• Mondo
  • sabato 12 agosto 2017

È morto Yisrael Kristal, l’uomo più vecchio del mondo: aveva 113 anni ed era sopravvissuto ad Auschwitz

Ieri è morto Yisrael Kristal, che nel 2016 era stato riconosciuto dal Guinness dei primati come l’uomo più vecchio del mondo. Kristal aveva 113 anni (tra un mese ne avrebbe compiuti 114) e viveva ad Haifa, in Israele. Era nato nel 1903 nella cittadina di Zarnow, a 146 chilometri da Varsavia, in Polonia, e fu tra i prigionieri del campo di sterminio nazista di Auschwitz, dove morì sua moglie; i suoi primi due figli all’epoca erano già morti, quando ancora la famiglia si trovava nel ghetto della città di Lodz. Quando Kristal fu liberato dai soldati sovietici nel maggio del 1945 pesava solo 37 chili. Emigrò in Israele nel 1950, insieme alla sua seconda moglie e al primo dei loro figli. In seguito ebbe un altro figlio, dei nipoti e dei pronipoti.

Ora l’uomo più vecchio del mondo è probabilmente Francisco Núñez Olivera, uno spagnolo nato nel 1904, che era già il più vecchio uomo europeo. Invece la persona più vecchia del mondo è la giamaicana Violet Brown, che ha 117 anni.

Yisrael Kristal il 21 gennaio 2016, nella sua casa ad Haifa, in Israele (SHULA KOPERSHTOUK/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.