(ANSA / MATTEO BAZZI)
  • Italia
  • lunedì 31 luglio 2017

Anche voi ad agosto a Milano?

Non disperate, che ci sono tantissime cose da fare: cinema all'aperto, bagni di notte e strane visite guidate per tutto il mese

(ANSA / MATTEO BAZZI)

Passare il mese di agosto in un grande città come Milano non è così male come si potrebbe pensare, anche se i vostri amici al mare o in montagna dicono il contrario. C’è caldo ma la città è in gran parte svuotata e chi resta ne può approfittare per fare tutte quelle cose per cui nel resto dell’anno non c’è tempo. Molte mostre e musei restano aperti, ci sono tantissimi posti in cui si può vedere un film o ascoltare un concerto restando fuori e ovviamente dove fare il bagno, anche di sera. Vi abbiamo messo insieme una lista di idee in quattordici punti che non vi faranno rimpiangere di non essere partiti.

Fare il bagno (di notte)

Se siete di quelli che, quando vi si domanda «cosa si fa ad agosto a Milano?», rispondete «si muore di caldo», potrebbe interessarvi sapere che tra le piscine aperte ci sono i Bagni Misteriosi, dove tre sere a settimana – giovedì, venerdì e sabato – si può fare il bagno fino a tardi. Le informazioni su costi e orari le trovate nel dettaglio qui ma in sintesi sono queste:

  • il giovedì si può fare il bagno fino alle 24 e si paga 10 euro, con ingresso dalle 18.30;
  • il venerdì dura meno, solo fino alle 22: entrando dalle 14 alle 18.30 si paga 15 euro, dalle 18.30 in poi solo 10;
  • il sabato come il venerdì; come tariffa aggiuntiva c’è il giornaliero “large”: con 20 euro si può restare dentro dalle 10 alle 22.

Unico vero problema con la balneazione notturna ai Bagni Misteriosi: è difficilissimo trovare cuffie da piscina da sera. Se vi rifiutate di mettere la cuffia e siete disposti a spostarvi un po’ ci sono molti altri posti vicini a Milano in cui si può sguazzare: qui trovate una lista di dieci posti fatta dal Post.

Andare al cinema senza il cinema intorno

Ci sono moltissimi posti a Milano dove fanno cinema all’aperto, quello che sarebbe sotto-le-stelle se solo le stelle si vedessero nelle grandi città. Il programma di Arianteo, il cinema estivo organizzato da spazioCinema, va avanti fino al 17 settembre ed è molto ricco. Le proiezioni sono in cinque posti diversi:

Nel corso di agosto ci saranno alcune anteprime, tra cui quella di Baby Driver – Il genio della fuga, con Kevin Spacey, ma soprattutto film usciti negli ultimi anni che vale la pena riguardare e Manhattan di Woody Allen in versione restaurata. Tra i film in programma ce n’è anche uno poco noto ma molto apprezzato: il film tedesco Victoria, girato tutto in piano sequenza; lo potrete vedere a UmanitAria il 13 agosto.

Quasi tutte le proiezioni saranno alle 21 o alle 21.15, in ogni caso il programma completo con gli orari lo trovate qui. Per 39 euro c’è l’abbonamento a dieci spettacoli che si può dividere con un’altra persona.

Andare al cinema sui tetti

Un’altra rassegna di cinema all’aperto degna di essere segnalata per il posto in cui avvengono le proiezioni è quella della Highline Galleria, il percorso sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele, di fianco a piazza Duomo. Tutti i film vengono proiettati alle 21, ce n’è uno tutti i giorni, escluso il 15 agosto. Il costo della visione è incluso nel prezzo del biglietto per l’accesso alla Highline, 12 euro. Nel programma, che va avanti fino al 30 settembre, c’è molto Woody Allen degli ultimi anni e molto Paolo Sorrentino: qui trovate tutti i film. Lo schermo è piccolo e non ci sono moltissimi posti (è più un salotto sui tetti, che un cinema sui tetti), quindi conviene prenotare, sempre da qui. L’ascensore per arrivare alla Highline lo trovate in via Silvio Pellico 2, all’interno di un cortile, segnalato non benissimo.

I concerti al Castello Sforzesco

Per chi al cinema all’aperto preferisce i concerti o il teatro, sempre all’aperto, ce ne sono in programma nel cortile del Castello Sforzesco. Il primo agosto ad esempio ci sarà una messa in scena delle Baccanti di Euripide, il 4 agosto ci sarà il concerto I Notturni di Chopin e Faurè al chiaro di Luna e il 5 agosto un’esibizione del coro dei detenuti del carcere di Opera, nei Carmina Burana. Ancora: il 13 agosto ci sarà una serata di musica brasiliana, il 23 il concerto Notturni in Castello: Le quattro stagioni da Vivaldi a Piazzolla e il 24 la Milano Chamber Orchestra suonerà musiche tratte dalle colonne sonore di Ennio Morricone e John Williams. Sul sito del comune di Milano trovate il programma con tutti i dettagli.

L’estate del Magnolia, del Carroponte e della Balera dell’Ortica

A chi ha voglia di ballare conviene dare un’occhiata al programma estivo del Magnolia, che si trova vicino all’Idroscalo e all’aeroporto di Linate. Tra le cose in programma, se volete fare qualcosa in compagnia dei nonni, c’è anche il liscio tutte le domeniche pomeriggio.

Al Carroponte di Sesto San Giovanni i concerti vanno avanti per tutto agosto, insieme alle serate in cui ballare e a quelle in cui vengono proiettati vecchi film, come Psyco e Quarto potere. Il 5 c’è il cantautore britannico Billy Bragg, il 18 agosto Alberto Camerini (quello di “Rock’n’Roll Robot”) per i nostalgici degli anni Ottanta e il 26 agosto Coez per chi vuole sentire musica più recente. Il 31 agosto ci sono i Wailers, quelli di Bob Marley.

Un altro famoso posto in cui andare a ballare a Milano è la Balera dell’Ortica, nell’omonimo quartiere a est della città. È chiusa tutti i lunedì e dal 16 al 22 agosto, ma tutti gli altri giorni potete andarci per mangiare alla trattoria (fanno cucina romagnola, pugliese, abruzzese e lombarda), giocare a bocce o ballare il liscio, lo swing o il boogie woogie. Qui c’è il programma delle serate.

Giovani dentro. @veronika_1985 @arystic @donatella12 @simona12s @sabinajessy

Un post condiviso da L’Ale (@lalehop) in data:

Le mostre in corso

Se tutti i vostri amici hanno lasciato la città, potreste dedicarvi a una di quelle cose che si possono benissimo fare da soli: andare per musei. Oltre alle collezioni permanenti, ci sono diverse mostre che dureranno fino alla fine dell’estate.

Al Padiglione di Arte Contemporanea (PAC) fino all’11 settembre c’è la mostra AFRICA. Raccontare un mondo, che raccoglie opere di artisti contemporanei e designer africani. Alla Triennale, fino al 20 agosto, si può visitare la mostra La Terra Inquieta che raccoglie opere di artisti provenienti da più di quaranta paesi (tra cui Albania, Algeria, Bangladesh, Egitto, Ghana, Iraq, Libano, Marocco, Siria e Turchia) e che parlano, tra le altre cose, dei fenomeni migratori attuali. Sempre alla Triennale, fino a febbraio, c’è una mostra dedicata al design per bambini, Giro Giro Tondo.

Al Museo del Novecento potete vedere fino al 17 settembre New York New York. Arte italiana: la riscoperta dell’America e fino al primo ottobre una mostra sull’artista Amalia Del Ponte.

La collezione permanente del Mudec, ricca di lavori di paleontologia ed etnografia si può visitare gratuitamente fino al 31 agosto. La mostra dedicata a Gustav Klimt che il museo ospita è appena cominciata, ma fate attenzione: non raccoglie opere di Klimt.

Fino al 24 settembre alla Fondazione Prada si può vedere la mostra TV 70: Francesco Vezzoli guarda la Rai, dedicata appunto alla Rai degli anni Settanta rivista dall’artista Francesco Vezzoli. Ma forse la cosa che dovreste prendere in considerazione è l’installazione di realtà virtuale del regista Alejandro Iñárritu, ospitata dalla Fondazione Prada fino al 15 gennaio: l’installazione si chiama CARNE y ARENA e permette «ai visitatori di camminare in un vasto spazio e rivivere intensamente un frammento del viaggio di un gruppo di rifugiati». Dura solo sei minuti ma bisogna prenotarsi (online, qui) e sono rimasti pochi posti. All’Osservatorio della Fondazione Prada c’è una mostra del fotografo giapponese Satoshi Fujiwara, che si intitola EU. L’Hangar Bicocca, un altro polo espositivo di arte contemporanea, è invece chiuso dal 7 al 23 agosto.

Infine alla Fabbrica del Vapore, oltre alle serate di cinema, c’è una mostra fotografica della rivista National Geographic dedicata alla Prima guerra mondiale, in particolare al fronte che c’era lungo i ghiacciai delle Alpi. Il reportage con le foto della mostra, realizzate dal fotografo Stefano Torrione, era stato pubblicato da National Geographic Italia nel numero di marzo 2014 e poi era diventato il primo servizio di un’edizione straniera a essere tradotto e ripreso dal sito internazionale della rivista.

Una cosa da tenere a mente: il 6 agosto, visto che è la prima domenica del mese, molti musei (non solo a Milano) saranno aperti gratuitamente.

Agosto alle cascine

I posti migliori per uscire da Milano restandoci dentro sono le cascine in cui anche d’estate sono in programma vari eventi culturali. Qui c’è quello della Cascina Martesana, dove tra le altre cose il 10 agosto si potrà passare tutta la notte in giardino, ascoltando «un suono che si modula nel tempo in corrispondenza delle diverse fasi del sonno, in un nuovo tipo di interazione tra musicisti e audience». Qui invece c’è quello della cascina Torrette, dove saranno organizzate serate di cinema all’aperto, pranzi domenicali e, anche qui, il liscio.

La Cascina Martesana si trova vicino alla fermata della M1 Gorla, nel Parco Martiri della Libertà Iracheni Vittime del Terrorismo, mentre la Cascina Torrette si trova vicino a San Siro, qui.

Aperitivo gratis + film a 6,50 euro

Tra gli altri posti in cui potete guardare un film nell’agosto milanese c’è la Sala Cinema del Museo Interattivo del Cinema (MIC), che si trova lungo la linea metropolitana M5, verso Bicocca. Qui trovate tutto il programma. Tutti i mercoledì di agosto fino al 23 – quindi il 2, il 9, il 16 e il 23 – prima di vedere il film della serata potete approfittare dell’aperitivo a base di tramezzini che viene offerto gratuitamente sulla terrazza del MIC. Il biglietto per il film però non è gratuito, viene 6 euro e 50 centesimi. Un’altra segnalazione: il 9 agosto sarà proiettato il film Il monello di Charlie Chaplin. Visto che è un film muto, lo si guarderà sulla terrazza del MIC con accompagnamento musicale dal vivo, cioè come si guardavano i film muti quando arrivavano al cinema.

Il “nuovo mercato metropolitano”

Vicino alla stazione di Porta Genova, nello spazio in cui nell’estate del 2015 c’era il Mercato Metropolitano, ha aperto un’iniziativa simile, che si chiama Allo Scalo. Sarà aperto fino al 14 ottobre e oltre agli stand di panini, birre, gelati e cibo etnico c’è un cinema all’aperto finanziato da Sky, campi da calcetto e basket, una sala lettura realizzata dal Libraccio e un parco giochi per bambini. È aperto dal lunedì al venerdì dalle 17 all’una di notte, mentre per i weekend è prevista un’apertura anticipata fin dal mattino.

Il programma di BASE

Poco lontano da Porta Genova c’è anche lo spazio culturale BASE – si trova nell’ex stabilimento Ansaldo – che sarà aperto tutto agosto, fatta eccezione per i giorni dal 12 al 20. In programma ci sono concerti acustici ogni martedì, giovedì di cinema all’aperto e dj-set ogni venerdì e sabato: il calendario lo trovate qui. I concerti e i dj-set sono gratuiti, mentre le serate cinema costano 3 euro: la programmazione è dedicata a film italiani degli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta. BASE organizza anche tre workshop ad agosto: uno sulla realizzazione di una fanzine, uno sul SEO – quella tecnica che i siti usano per farvi trovare i loro contenuti attraverso Google – e uno per realizzare quei libricini illustrati che a sfogliarli si vede un’animazione. E poi a BASE ci si può andare anche per studiare.

Altri tipi di musica

Se non vi interessa l’indie o la musica elettronica, ci sono altre due programmazioni musicali estive in città. Una è Milano Arte Musica, un festival internazionale di musica antica: in programma ci sono una serie di concerti in chiese e teatri e il concerto di Ferragosto, i Concerti Branderbughesi di Bach suonati da Il Giardino Armonico, sarà gratuito: si svolgerà al Teatro Dal Verme alle 18.30.

Oppure c’è il Milano Latin Festival, ad Assago. Se vi intessano concerti e balli latinoamericani – oltre a stand dove mangiare cibo sudamericano – potrebbe fare al caso vostro. Qui c’è il programma completo.

Visite guidate diverse dal solito

Quando se ne ha la possibilità è molto bello fare i turisti nella propria città e così scoprire cose nuove del posto in cui si vive. A Milano c’è un’esperta di storia dell’arte che si chiama Valeria Celsi e che organizza visite particolari, i “Percorsi di arte funeraria”, la più famosa delle quali è quella al Cimitero Monumentale. Nel tempo Celsi ha cominciato a proporre vari tipi di visite, tutte dedicate alle storie misteriose che riguardano Milano. In programma per agosto ci sono sette visite, tutte nella prima metà del mese: alcune sono dedicate a Brera, una ai “fantasmi” del Parco Sempione e un’altra a quelli di San Lorenzo, una sulle antiche case chiuse della città e infine una sui cavalieri templari a Milano.

Una vista sulla città, solo domenica 6

Tra le cose che ad agosto non si possono fare, c’è la visita gratuita al belvedere in cima al grattacielo della Regione Lombardia, da cui solitamente, la domenica dalle 10 alle 18, si può osservare tutta Milano dall’alto. Se volete andarci senza aspettare settembre, dovete farlo la prossima domenica, il 6 agosto. La fermata della metropolitana più vicina al palazzo è Gioia, sulla linea M2 (la verde).

#milano #italy #belvedere #palazzolombardia #skyline #photography

Un post condiviso da Rachele Belloni (@rackybelloni) in data:

Un’occhiata alle stelle

Il Planetario Ulrico Hoepli di Milano rimarrà aperto tutto il mese di agosto, anche se secondo un orario diverso da quello degli altri mesi. Per chi non lo sapesse, il Planetario, come dice la sua pagina sul sito del comune di Milano, «non è un museo con collezioni in esposizione e un orario di visita»: si può assistere alla proiezione del cielo stellato solo durante conferenze pubbliche. Questo mese ce ne saranno cinque che prevedono l’osservazione guidata del cielo la sera, per la precisione dalle 21: il primo agosto, il 3, il 10 (la notte di San Lorenzo, quella delle stelle cadenti), il 22 e il 29 agosto. Ci sono poi altre osservazioni guidate e altri tipi di conferenze i cui dettagli potete leggere qui. Il Planetario si trova all’interno dei Giardini Indro Montanelli, qui.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.