(ANSA/ANGELO CARCONI)

Virginia Raggi dice che Roma ha bisogno di altri soldi

Dice che alla città servono 1,8 miliardi di euro e ha chiesto: « Ce li date perché siamo la Capitale o no?»

(ANSA/ANGELO CARCONI)

Oggi, durante un’audizione alla Camera presso la Commissione d’inchiesta sulle periferie, il sindaco di Roma Virginia Raggi ha detto che la sua città ha bisogno di altri soldi per poter andare avanti.

«Per rimettere in moto tutto servirebbero nell’Agenda Roma 1,8 miliardi di euro extra che la città non può produrre. Ce li date perché siamo la Capitale o no? Ci date i poteri speciali perché siamo la Capitale o no?»

Investire 1,8 miliardi di euro su Roma significherebbe per lo Stato utilizzare quasi 2 miliardi ottenuti tramite la fiscalità generale, cioè le imposte pagate da tutti gli italiani, e usarli a beneficio dei romani. Già oggi Roma gode di un regime molto vantaggioso per le sue finanze: nel 2008 il debito pregresso della città, più di 15 miliardi di euro, fu “scorporato” e affidato a una gestione commissariale. La società che gestisce il debito di Roma riceve dallo Stato circa 300 milioni di euro l’anno per gestire il debito. Significa che la fiscalità generale, negli ultimi nove anni, ha già versato quasi 3 miliardi per sostenere il debito della città di Roma.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.