(TAHA JAWASHI/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • martedì 27 giugno 2017

Un salvataggio di migranti diverso dagli altri

La Guardia Costiera libica ha recuperato 147 persone dirette verso l'Europa, e le ha riportate in Libia, al punto di partenza

(TAHA JAWASHI/AFP/Getty Images)

La Guardia Costiera libica, quella legata al governo di Fayez al Sarraj appoggiato dall’ONU, ha recuperato 147 migranti che si trovavano a bordo di un gommone a largo della città di Zawiyah, circa 45 chilometri a ovest di Tripoli. I migranti – provenienti per lo più da Camerun, Senegal, Mali e Sudan – erano a bordo di un piccolo gommone diretto verso l’Europa: tra loro c’erano anche 19 donne e 4 bambini. Non è chiaro se al momento del salvataggio i migranti fossero in difficoltà, o se siano soltanto stati avvistati e fermati dalla Guardia Costiera.

Libia migranti

Dopo essere stati avvicinati dalla Guardia Costiera, i migranti sono stati fatti trasbordare su un’altra imbarcazione, che si è diretta nuovamente verso la Libia. A bordo c’era anche il fotografo di AFP Taha Jawashi: ha raccontato come tutti siano rimasti in silenzio durante il viaggio di ritorno verso la costa, non la destinazione che speravano di raggiungere.

Libia migranti

Con alcuni autobus, i migranti sono stati tutti trasportati dal porto di Zawiyah in un centro di detenzione in città.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.