• Sport
  • mercoledì 21 giugno 2017

Le due squadre di calcio di Red Bull potranno giocare in Champions League

Secondo la UEFA le società di Red Bull Salisburgo e RB Lipsia sono sufficientemente autonome da non compromettere l'integrità del torneo

Timo Werner, attaccante tedesco del Lipsia, esulta dopo un gol segnato in Bundesliga (JOHN MACDOUGALL/AFP/Getty Images)

La UEFA ha deciso che sia Red Bull Salisburgo che RB Lipsia, le due squadre di calcio europee di proprietà di Red Bull, potranno partecipare alla prossima edizione della Champions League. La loro qualificazione era ritenuta a rischio fino a poco tempo fa, poiché sembrava violare l’articolo 5 del regolamento delle competizioni europee, che proibisce allo stesso proprietario di iscrivere più di una squadra “per assicurare l’integrità delle competizioni”, stabilendo inoltre che la precedenza nella qualificazione debba averla la squadra che si è posizionata meglio in campionato: in questo caso il Red Bull Salisburgo, vincitore del campionato austriaco.

Nel comunicato pubblicato dalla UEFA si legge: «A seguito di un’indagine approfondita e dopo numerosi e importanti cambiamenti nella struttura e nella governance dei club (per quanto riguarda le questioni societarie, il finanziamento, il personale, le modalità di sponsorizzazione, ecc.), la UEFA ha ritenuto che nessuna persona fisica o giuridica abbia più un’influenza decisiva su più di un club che partecipa a una competizione UEFA per club».

Il Red Bull Salisburgo, una squadra con una discreta storia di vittorie nel campionato austriaco, è stato comprato da Red Bull nel 2005, ottenendo da allora diversi ottimi risultati a livello nazionale ma senza mai riuscire a imporsi in Europa, dove non ha mai superato i preliminari di Champions League. Quest’anno ha vinto la Bundesliga austriaca con tre giornate d’anticipo e quindi si è qualificato nuovamente ai turni preliminari di Champions League. Il Lipsia, invece, si è qualificato alla Champions arrivando secondo nella Bundesliga tedesca, dietro al Bayern Monaco, appena un anno dopo essere stato promosso dalla seconda divisione. Vista la maggior importanza del campionato tedesco, è stato ammesso alla Champions League direttamente alla fase a gironi: non dovrà passare prima per i turni preliminari estivi.

Mostra commenti ( )