Bibiana Steinhaus durante la partita di seconda divisione tedesca tra Monaco 1860 e Kaiserslautern, nel 2016 (Andreas Gebert/picture-alliance/dpa/AP Images)
  • Sport
  • sabato 20 Maggio 2017

La prima donna ad arbitrare uno dei maggiori campionati di calcio europei

Si chiama Bibiana Steinhaus, e dalla prossima stagione sarà fra gli arbitri della Bundesliga, la prima divisione tedesca

Bibiana Steinhaus durante la partita di seconda divisione tedesca tra Monaco 1860 e Kaiserslautern, nel 2016 (Andreas Gebert/picture-alliance/dpa/AP Images)

La federazione calcistica e l’associazione arbitri della Germania hanno incluso Bibiana Steinhaus, attualmente l’unico arbitro donna nel campionato di calcio tedesco, fra i quattro nuovi arbitri che a partire dalla prossima stagione verranno assegnati a dirigere le partite di Bundesliga, la prima divisione nazionale e uno dei più importanti campionati al mondo. Steinhaus diventerà quindi il primo arbitro donna nei cinque principali campionati di calcio europei (Spagna, Germania, Inghilterra, Italia, Francia) e la seconda donna ad aver arbitrato un incontro di un campionato di prima divisione maschile europeo, dopo la ceca Dagmar Damková, che arbitrò alcune partite della prima divisione della Repubblica Ceca fra il 2005 e il 2011.

Steinhaus è un’agente di polizia e ha iniziato ad arbitrare a sedici anni. Ha arbitrato molto nelle leghe minori maschili, alternandole agli impegni nel calcio femminile, via via sempre più importanti fino ad arrivare all’assegnazione della finale dei Mondiali del 2011 e a quella del torneo femminile alle Olimpiadi di Londra del 2012. Steinhaus, che viene da Hannover e ha 38 anni, ha arbitrato anche delle partite di Zweite Liga — la seconda divisone tedesca — e di DFB Pokal, la coppa nazionale. Prima d’ora, in Bundesliga ha fatto solo il quarto uomo, cioè uno degli assistenti dell’arbitro (quello che sta a bordo campo). Quest’anno arbitrerà poi la finale della Champions League femminile tra Paris Saint-Germain e Lione.

Nessuna donna ha mai arbitrato una partita di uno dei cinque principali campionati europei: al massimo partite di seconda divisione, oppure compiti di guardalinee o quarto uomo, come l’italiana Cristina Cini fra il 2004 e il 2012. In una delle sue presenze in Bundesliga, Steinhaus aveva avuto anche un piccolo scontro con Pep Guardiola, allora allenatore del Bayern Monaco.

«Quando Lutz Michael Fröhlich [capo degli arbitri tedeschi] mi ha informato, sono rimasta senza parole. Ho provato gioia, felicità, sollievo e curiosità, è stato un miscuglio di forti emozioni. Diventare un arbitro di Bundesliga è sempre stato il mio sogno. Da un lato è la conferma del mio duro lavoro, e dall’altro è un grande incentivo a continuare a lavorare duramente» ha detto Steinhaus poche ore dopo la notizia della sua promozione in Bundesliga.