(KIRILL KUDRYAVTSEV/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • martedì 9 Maggio 2017

Cosa fotografare ogni 9 maggio a Mosca

La parata militare russa per festeggiare la fine della Seconda guerra mondiale e la sconfitta della Germania nazista

(KIRILL KUDRYAVTSEV/AFP/Getty Images)

Come ogni anno, il 9 maggio in Russia ricorre la Giornata della vittoria, l’anniversario del giorno in cui nel 1945 l’Unione Sovietica annunciò la fine della Seconda guerra mondiale e la sconfitta della Germania nazista. L’occasione viene sempre festeggiata con una grande parata nella piazza Rossa, la principale di Mosca, dove si trova il Cremlino: mettici la scenografia del posto, i colori, la bellezza delle ripetizioni precise dei militari in uniforme interrotte da casuali elementi di disordine, come una faccia che guarda da un’altra parte o una scarpa persa da chissà chi, e insomma, ogni anno vale la pena raccogliere le immagini dell’evento.

Quest’anno hanno sfilato migliaia di soldati, ci sono state esibizioni di armi e in particolare di nuovi missili adatti ad essere usati nell’Artide, dove la Russia sta sviluppando nuove basi. Era previsto anche uno spettacolo aereo, che però è stato annullato a causa della scarsa visibilità. Alle celebrazioni ha assistito anche il presidente russo Vladimir Putin, che tra le altre cose ha detto: «Le lezioni della guerra passata ci ricordano di essere vigili e che le forze armate della Russia sono in grado di respingere qualsiasi potenziale aggressione. Ma per una battaglia efficace contro il terrorismo, l’estremismo, il neonazismo e le altre minacce, l’intera comunità internazionale deve consolidarsi.. Siamo aperti a questa cooperazione».