Malala Yousafzai firma il libro degli ospiti al Parlamento di Ottawa, in Canada (LARS HAGBERG/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • giovedì 13 Aprile 2017

Malala Yousafzai ora è cittadina onoraria canadese

La diciannovenne pakistana vincitrice del Premio Nobel per la Pace è la persona più giovane ad aver ricevuto il riconoscimento, per il suo impegno per i diritti delle donne

nativi-header-foglie

Malala Yousafzai firma il libro degli ospiti al Parlamento di Ottawa, in Canada (LARS HAGBERG/AFP/Getty Images)

Ieri a Ottawa, la Premio Nobel per la Pace Malala Yousafzai ha ricevuto la cittadinanza onoraria canadese. Yousafzai ha 19 anni ed è la sesta persona a ricevere il riconoscimento, nonché la più giovane. Prima di lei avevano ottenuto la cittadinanza onoraria canadese Nelson Mandela, Aung San Suu Kyi, il Dalai Lama, l’Imam dei musulmani Ismailiti Nizariti Aga Khan e il diplomatico svedese Raoul Wallenberg. Nel suo discorso, il primo ministro canadese Justin Trudeau ha lodato Yousafzai per il suo impegno di advocacy, indicandola come “la più recente e probabilmente la più coraggiosa cittadina canadese”. Il riconoscimento a Yousafzai era già stato annunciato anni fa e la cerimonia si sarebbe dovuta svolgere il 22 ottobre del 2014, ma venne cancellata in seguito all’attentato al Parlamento di Ottawa, nel quale morì uno dei soldati di guardia.

Malala Yousafzai è una donna di origine pakistana: nel 2014 ha vinto il Premio Nobel per la Pace grazie al suo impegno per i diritti civili e il diritto all’istruzione delle ragazze nei paesi musulmani. È diventata molto conosciuta in seguito all’attacco subito nel 2012, quando fu colpita alla testa da un colpo di pistola sparato da un talebano, mentre stava tornando a casa da scuola a Mingora, nella valle di Swat. Tre anni prima aveva scritto un testo raccontando il caos della città in cui viveva e i roghi delle scuole femminili da parte dei talebani. Il testo fu pubblicato sul sito della BBC e circolò molto in Pakistan.