• Tecnologia
  • Questo articolo ha più di cinque anni

Wind e Tre non potranno più dare alcuni servizi ai clienti senza credito

L'AgCom le ha diffidate dal permettere a chi è senza soldi nel telefono di usare le app Veon e Music by 3, per non danneggiare le compagnie che si fanno pagare

Il Garante per le Comunicazioni (AgCom) ha diffidato le compagnie telefoniche Wind e Tre, che da qualche tempo si sono unite e formano la società Wind Tre, dal fornire alcuni servizi gratuiti agli utenti quando il loro credito è esaurito. I servizi in questione sono, per quanto riguarda Tre, il sistema per ascoltare musica in streaming Music by Tre, mentre per quanto riguarda Wind l’app di messaggistica istantanea e chiamate Veon, disponibile solo per gli utenti della compagnia. Gli utenti di Wind e Tre per adesso possono continuare a utilizzare Music by Tre e Veon anche quando il loro credito è esaurito, ma l’AgCom lo scorso 15 marzo ha emanato una diffida alle due compagnie perché entro il 15 aprile smettano di offrire questo particolare servizio: alla base della decisione c’è l’accusa che sia discriminatorio verso le app di altre compagnie che offrono gli stessi servizi e che però, una volta terminato il credito, non si possono più usare.

Secondo l’AgCom, Wind e Tre mantenendo questa possibilità per gli utenti violano la “net neutrality”, letteralmente “neutralità della rete”, un concetto alla base di internet che prevede che tutto il traffico online debba essere trattato allo stesso modo, senza corsie preferenziali. La funzione che permette alle app di funzionare senza credito invece è conosciuta come “zero rated”. L’AgCom dice però nella diffida che «queste offerte possono essere commercializzate a condizione che venga garantito, al raggiungimento del limite generale di traffico previsto dall’offerta, lo stesso trattamento a tutte le tipologie di traffico effettuato». Non sono in ogni caso vietate, né negli Stati Uniti né in Europa, le opzioni “zero rating”: anche se c’è chi sostiene che violino a prescindere la neutralità della rete, la loro eventuale natura discriminatoria viene valutata caso per caso dalle agenzie competenti (l’AgCom, in Italia).

Music by 3 è un servizio che è stato molto pubblicizzato da Tre, e consiste in un’app tipo Spotify o Apple Music, che permette di ascoltare musica in streaming attraverso playlist e radio già pronte gestite dalla compagnia. Costa 1,50 euro a settimana, e il traffico consumato dagli utenti dalla rete Tre non viene conteggiato nel consumo mensile. Veon è invece un’app per chiamare, mandare messaggi e avere un profilo social, ed è stata sviluppata da Vimplecom, la società che possedeva Wind e ora ha il 50 per cento di Wind Tre.