( Valerio Pennicino/Getty Images)
  • Sport
  • venerdì 10 Marzo 2017

Juventus-Milan 2-1

Nell'anticipo della 28esima giornata di Serie A la Juventus ha dominato ma è riuscita a vincere solo al 94esimo grazie a un rigore segnato da Dybala

( Valerio Pennicino/Getty Images)

La Juventus ha battuto 2-1 il Milan nell’anticipo della 28esima giornata di Serie A. La Juventus ha giocato nettamente meglio del Milan per buona parte della partita, ma è riuscita a vincere solamente grazie a un rigore segnato al 94esimo da Paulo Dybala. Il primo gol della Juventus era stato segnato da Mehdi Benatia, il momentaneo pareggio del Milan da Carlos Bacca (che poi è dovuto uscire per infortunio). Al momento la Juventus è prima con 11 punti di vantaggio sulla Roma seconda in classifica (su cui ha anche una partita in più).

***

Juventus e Milan giocheranno questa sera allo Juventus Stadium di Torino nel primo anticipo della 28esima giornata di Serie A, che prevede però anche altre partite interessanti: si giocheranno Inter-Atalanta, per esempio, importante per capire cosa succede dal quarto posto in classifica in poi, e anche Genoa-Sampdoria, una delle rivalità più sentite della Serie A. Juventus-Milan, in ogni caso, è la partita più attesa, e sarà arbitrata da Davide Massa. Nessuna delle due squadre arriva alla partita nel proprio momento migliore, ma neanche fuori forma: per la Juventus è però un momento più delicato, perché a differenza del Milan è impegnata anche in Champions League (martedì sera giocherà contro il Porto, per il ritorno degli ottavi) e in Coppa Italia (il 4 aprile c’è il ritorno della semifinale contro il Napoli). Stasera la favorita è la Juventus, che vince in casa in campionato da trenta partite consecutive. L’ultima volta che Juventus e Milan si sono incontrati è stato ai quarti di Coppa Italia, quando vinse la Juve. Prima, nella finale di Supercoppa italiana a Doha dello scorso dicembre, il Milan aveva vinto un po’ a sorpresa ai rigori, e anche la partita di andata in campionato la vinse il Milan, con un gran gol del giovane centrocampista Manuel Locatelli, che stasera non ci sarà perché ha la febbre.

Da qualche mese a questa parte, la Juventus sta giocando con uno schema molto offensivo che si è dimostrato sorprendentemente efficace: un 4-2-3-1 con il quale l’allenatore Massimiliano Allegri può schierare tutti e tre gli attaccanti più forti della squadra – Gonzalo Higuaín, Paulo Dybala e Mario Mandzukic – affiancati dall’esterno Juan Cuadrado, lasciando a centrocampo soltanto due centrocampisti: solitamente Miralem Pjanic e Sami Khedira. Lo schema è nato in un momento in cui Higuaín e Dybala erano insostituibili (perché due tra gli attaccanti più forti del mondo) e Mandzukic, idealmente riserva di uno dei due, stava giocando molto bene. Nelle ultime settimane Mandzukic ha calato un po’ il suo rendimento, ma lo schema è stato mantenuto perché in questo momento sembra garantire prestazioni migliori di quello precedente, che sfruttava due soli attaccanti e un centrocampo più compatto. Stasera Cuadrado è squalificato, e il suo sostituto più logico sarebbe il giovane croato Marco Pjaca, al quale però Allegri sta concedendo un minutaggio molto ridotto (troppo ridotto, secondo alcuni). La Juventus quindi potrebbe scendere in campo stasera con, al posto di Cuadrado, il terzino destro Dani Alves, che ha una buona propensione offensiva. Oppure Allegri potrebbe decidere di cambiare modulo, giocando con Dybala dietro Higuaín e Mandzukic e con tre centrocampisti, che in questo caso potrebbero essere Pjanic, Khedira e Marchisio. Per via di un lieve infortunio di Chiellini, in difesa insieme a Bonucci giocherà probabilmente Benatia, mentre come terzini ci saranno i soliti Alex Sandro e Stephan Litchsteiner.

Nell’ultima partita, la Juventus ha pareggiato contro una buona Udinese alla Dacia Arena, per 1 a 1: è stata una partita in cui la Juventus è riuscita a combinare poco, forse perché era una specie di partita di mezzo tra incontri più importanti, forse per la buona prestazione dell’Udinese. La difesa della Juventus ha sofferto un po’ la velocità di Duvan Zapata, mentre l’attacco non è stato particolarmente brillante. Non è stato però un grosso problema: la Roma aveva perso contro il Napoli, e perciò il vantaggio della Juventus è rimasto di otto punti. Quella di domenica scorsa è stata la seconda partita non vinta dalla Juventus nel 2017, dopo la sconfitta per 2 a 1 contro la Fiorentina di gennaio.

L’ultimo periodo del Milan, invece, non è stato molto diverso da quello del resto della stagione, nella quale la squadra allenata da Vincenzo Montella ha fornito con regolarità prestazioni sopra le aspettative. Grazie a una buona organizzazione di gioco ha saputo colmare anche alcune lacune della rosa, di qualità inferiore rispetto per esempio a quella dell’Inter, che però ha solo un punto in più in classifica. Dopo un periodo un po’ storto a gennaio, le cose sono migliorate: nell’ultima partita, dopo un inizio un po’ tortuoso, la squadra ha ottenuto una convincente vittoria in casa contro il Chievo, per 3 a 1. Prima aveva vinto di nuovo, questa volta a Reggio Emilia contro il Sassuolo, giocando però una partita piuttosto deludente. A complicare il momento del Milan, in ogni caso, sono soprattutto i problemi legati alla vendita della società alla cordata di imprenditori cinesi: il famoso closing, che viene rinviato da mesi.

Gerard Deulofeu, esterno spagnolo arrivato in prestito dal Tottenham a gennaio, ha fatto da subito delle buone prestazioni e ha contribuito direttamente a diverse azioni da gol del Milan, segnando anche nella vittoria contro la Fiorentina dello scorso 19 febbraio. Nell’ultima partita, poi, è tornato a segnare Carlos Bacca, che ha fatto una doppietta e ha fatto diversi tiri pericolosi (sbagliando anche un rigore). Bacca è un attaccante molto talentuoso ma da qualche mese aveva mostrato qualche difficoltà a fare gol. Stasera giocherà anche Mario Pašalić, centrocampista croato che è tra i migliori della squadra in questo periodo, oltre al solito Suso, che è probabilmente in questo momento il giocatore più importante del Milan.

Le probabili formazioni di Juventus-Milan:

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Bonucci, Alex Sandro; Pjanic, Khedira, Marchisio; Dybala, Mandžukić, Higuaín.
Milan (4-3-3): Donnarumma; De Sciglio, C. Zapata, Paletta, Romagnoli; Kucka, Sosa, Bertolacci; Suso, Bacca, Deulofeu.

Dove vedere Juventus-Milan, in tv o in streaming:

Juventus-Milan sarà trasmessa a pagamento su Sky e su Mediaset Premium, e sui relativi servizi in streaming. Sky trasmetterà Juventus-Milan su Sky Sport 1 e Sky Calcio 1, mentre Mediaset Premium la darà su Premium Sport (canale 380). Ma ci sono anche altri modi per vedere legalmente le partite della Serie A in streaming: per esempio sui siti di alcuni servizi di scommesse.