• Sport
  • giovedì 2 febbraio 2017

Domenica c’è il Super Bowl

New England Patriots e Atlanta Falcons giocheranno a Houston, in Texas, la 51ma edizione della finale del football americano: le cose da sapere

I caschetti delle due squadre attorno al trofeo Vince Lombardi durante la conferenza stampa di presentazione del Super Bowl LI (Tim Bradbury/Getty Images)

Il 51mo Super Bowl della National Football League si giocherà nella notte tra domenica e lunedì all’NRG Stadium di Houston, in Texas, tra i campioni dell’American Football Conference (AFC), i New England Patriots, e gli Atlanta Falcons, detentori del titolo della National Football Conference (NFC). Il Super Bowl è la finale del campionato della National Football League (NFL), la più importante lega di football americano al mondo: è l’evento sportivo più importante e popolare degli Stati Uniti e il programma televisivo più seguito dell’anno. Gli altri due sport principali del paese – il basket e il baseball – decidono il vincitore dei rispettivi campionati con una serie di partite fra le due migliori squadre; nel football americano è invece una sola partita, come per i Mondiali o la Champions League di calcio. Per gli spettatori italiani il Super Bowl inizierà la notte tra domenica e lunedì a mezzanotte e mezza e finirà intorno alle quattro del mattino. L’artista principale che si esibirà nel tradizionale e atteso halftime show sarà Lady Gaga.

Quella di quest’anno è la 51esima edizione del Super Bowl, le cui edizioni precedenti, fin dalla prima del 1967, sono sempre state indicate con i numeri romani. La finale del 2015 era il Super Bowl XLIX, mentre quella dell’anno scorso è stata la prima e fin qui l’unica ad essere indicata con i numeri arabi: Super Bowl 50. La dicitura ufficiale dell’evento di quest’anno è Super Bowl LI. Al Super Bowl ci si arriva con i playoff: il campionato NFL è formato da 32 squadre divise in due Conference – la AFC e la NFC – ognuna con 16 squadre; le due Conference sono quasi due campionati diversi. Durante i playoff si affrontano le migliori squadre della AFC, fino ad avere un campione di Conference; lo stesso accade in NFC. Il Super Bowl è giocato quindi dai campioni della NFC contro quelli della AFC.

Il Super Bowl di quest’anno sarà giocato da una delle squadre più vincenti nella storia del football americano e da un’altra che invece non è proprio ricordata per i suoi successi. I New England Patriots hanno vinto il titolo NFL per quattro volte nella loro storia: nel 2002, nel 2004, nel 2005 e nel 2015. In caso di vittoria raggiungerebbero i cinque titoli vinti dai Dallas Cowboys e dai San Francisco 49ers, e ne avrebbero solo uno in meno dei Pittsburgh Steelers, che detengono il primato dei Super Bowl vinti. I Falcons invece non ne hanno mai vinto uno; l’ultima volta che disputarono una finale vennero sconfitti nettamente dai Denver Broncos per 34 a 19. Oltre alla pesante sconfitta subita, la notte precedente al Super Bowl di quell’anno Eugene Robinson, giocatore dei Falcons, venne arrestato a bordo di una macchina noleggiata mentre cercava di offrire dei soldi a una prostituta per un rapporto orale: e la prostituta avvicinata da Robinson era in realtà un’agente di polizia sotto copertura. Robinson venne rilasciato in tempo per il Super Bowl, a cui però arrivò in condizioni mentali non proprio adeguate per giocare la partita più importante della stagione.

Il giocatore più noto dei New England Patriots è il quarterback Tom Brady, che gioca con i Patriots dal 2000. Brady è uno degli atleti statunitensi più famosi in attività, per via dei suoi successi in carriera e anche della sua vita privata (è sposato con la modella brasiliana Gisele Bündchen): ha vinto 4 Super Bowl, per 3 volte è stato MVP della finale e 2 volte MVP della NFL. Con i Patriots ha giocato sette Super Bowl, primato assoluto per un quarterback, e detiene numerosi altri record nella NFL. Brady ha saltato le prime partite della stagione per via del suo coinvolgimento nel “Deflategate”, l’indagine iniziata nel 2015 dalla NFL per stabilire se i Patriots avessero usato di proposito dei palloni sgonfi nell’ultima partita di campionato valevole per il titolo di campioni dell’AFC, e quindi per l’accesso al Super Bowl, poi vinto contro gli Indianapolis Colts. Brady è stato squalificato per quattro giornate, poi la squalifica è stata annullata e infine reintrodotta: è stata ristabilita definitivamente lo scorso aprile, e quindi Brady ha saltato le prime quattro partite della stagione. Anche per il “Deflategate”, Brady non risulta essere un giocatore particolarmente amato dai tifosi di football. Il Guardian, per esempio, recentemente si è chiesto sarcasticamente: come mai alla gente non piace un affascinante atleta milionario con una moglie top-model e in buoni rapporti con Donald Trump?

Il giocatore più in vista dei Falcons è il quarterback Matt Ryan, che stando alle statistiche viene dalla sua miglior stagione. Ryan è uno dei candidati al premio di MVP (Most Valuable Player), cioè di giocatore più forte del campionato, per cui è candidato anche Brady, il quarterback avversario nel Super Bowl. Nel corso della partita quindi sarà interessante soprattutto vedere come si comporteranno Ryan e Brady. Un’altra sfida interessante potrebbe essere quella fra Malcolm Butler e Julio Jones: Malcolm Butler è il cornerback (posizione difensiva) dei New England Patriots mentre Jones è il ricevitore dei Falcons. Nel 2012, quando ancora giocava al college, Butler scrisse in un tweet che gli sarebbe piaciuto difendere contro Jones, che allora era al suo secondo anno con i Falcons.

A inizio stagione quasi nessun analista aveva previsto che i Falcons si sarebbero giocati il Super Bowl contro i Patriots, che invece erano una delle squadre più quotate per la vittoria. I Patriots sono riusciti a disputare una stagione impeccabile, nonostante la squalifica di Brady e l’infortunio iniziale di Rob Gronkowski, uno dei giocatori più importanti della squadra. Hanno perso solo due partite, tre in meno di quelle perse dai Falcons, che partono sfavoriti. Le agenzie di scommesse danno i Patriots come favoriti, con la vittoria dei Falcons quotata a quasi un punto in più.

Dove vedere il Super Bowl

Il Super Bowl 2017 verrà trasmesso in Italia dai Sky e Mediaset Premium. In streaming potrà essere visto su Sky Go, su Premium Play e sul sito ufficiale della NFL, dove si potrà acquistare la singola partita per 24,99 euro. In chiaro sarà trasmesso da Italia 1, con collegamento a partire dalle 23.35.