150esimo anniversario del primo stabilimento balneare Italy&Italy Foto di foto Pasquale Bove Cesura Publish 
  • Cultura
  • mercoledì 11 gennaio 2017

Com’erano Rimini e le sue persone

Raccontata in 306 fotografie degli anni Ottanta e Novanta, che mostrano un pezzo della vita quotidiana e mondana di tutta Italia

150esimo anniversario del primo stabilimento balneare Italy&Italy Foto di foto Pasquale Bove Cesura Publish 

Italy&Italy è un progetto fotografico dedicato alla Rimini degli anni Ottanta e Novanta, realizzato da Pasquale Bove, fotoreporter del Resto del Carlino, e da Luca Santese, fotografo e cofondatore del collettivo Cesura. A partire dall’archivio di Bove, che raccoglie 250.000 immagini, Santese ne ha selezionate 306 scattate tra il 1985 e il 2000, per raccontare la vita quotidiana e mondana di Rimini, che da un lato era uno dei simboli dell’Italia di quegli anni, dall’altro un mondo a parte dove ambienti e persone completamente diverse – politici, ragazzi, prostitute, operai e celebrità della tv – si incontravano e si mescolavano negli stessi locali, spiagge e nightclub. Il titolo del libro è il nome della prima catena di fast food italiana, presente a Milano oltre che a Rimini, e fotografata nella raccolta.

Le fotografie mostrano feste in discoteca, corpi nudi e luccicanti e altri sformati, arresti di spacciatori e prostitute, ristorantini rassicuranti, anziani alle feste popolari, comizi politici e signore ingioiellate ai saggi dei figli: sono un tentativo di raccontare e comprendere quegli anni, avvertiti come ancora vicini ma che a sfogliarne le immagini mostrano subito la loro distanza.

Il progetto è stato allestito la scorsa primavera da Fotografia Europea e ne è stato ricavato anche un libro in edizione limitata di 700 copie, che si può comprare online qui.

italy

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.