• Mondo
  • domenica 1 gennaio 2017

Qualcuno ha modificato la famosa scritta “Hollywood”

Per qualche ora ha detto "Hollyweed" ("weed" vuol dire erba, ma probabilmente non l'erba del prato), poi è stata riportata al normale

La notte di Capodanno qualcuno ha manomesso la famosa scritta “Hollywood” di Los Angeles: coprendo parte delle due o ora si legge “Hollyweed”, dove “weed” sta per erba (nel senso di marijuana). Il dipartimento di polizia di Los Angeles ha comunicato che sta indagando su quanto è successo, mentre ovviamente centinaia di persone hanno raggiunto la zona per scattare delle foto e pubblicarle sui social network. Era già successo nel 1976 che un uomo famoso per i suoi scherzi, Danny Finegood, manomettesse la scritta perché si leggesse “Hollyweed” o “Oil War”. Finegood è morto nel 2007. La scritta è stata riportata alla sua versione normale nella serata di lunedì ora italiana.

La scritta “Hollywood” sopra Los Angeles esiste da più di novant’anni, è il simbolo della più grande industria cinematografica del mondo e prima mostrava le lettere di “Hollywoodland”. È illuminata da migliaia di lampadine e quando è nata era il nome di un nuovo quartiere ancora in costruzione: la scritta doveva servire a pubblicizzare la vendita delle abitazioni. Le lettere vennero disegnate dallo stesso proprietario della ditta che costruì la scritta. Ognuna era alta 15 metri e larga 9. La scritta Hollywoodland sarebbe dovuta rimanere al suo posto soltanto poco più di un anno, ma la società che aveva investito nella scritta continuò a occuparsene e mantenerla fino al 1929. Quando scoppiò la Grande Depressione la scritta venne abbandonata e nel 1949 venne ceduta dall’ultimo proprietario alla città di Los Angeles, insieme al terreno su cui era costruita. La scritta era molto danneggiata, ma dopo più di 20 anni era ormai diventata un sinonimo dell’industria cinematografica degli Stati Uniti. La camera di commercio di Los Angeles, composta in gran parte proprio dai grandi studios cinematografici, finanziò un restauro della scritta e la rimozione delle ultime quattro lettere, “LAND”, in modo che restasse solo il nome del distretto e non quello dell’investimento edilizio.