Un camioncino della polizia svizzera fuori dal centro islamico di Zurigo dove ieri un uomo ha sparato, ferendo tre persone (MICHAEL BUHOLZER/AFP/Getty Images)
  • postit
  • martedì 20 Dicembre 2016

L’uomo che ieri ha sparato di fronte al centro islamico di Zurigo ferendo tre persone è morto

Un camioncino della polizia svizzera fuori dal centro islamico di Zurigo dove ieri un uomo ha sparato, ferendo tre persone (MICHAEL BUHOLZER/AFP/Getty Images)

Martedì la polizia svizzera ha trovato il corpo dell’uomo che lunedì aveva sparato di fronte al centro islamico di Zurigo: l’uomo era uno svizzero di 24 anni, ricercato per un omicidio avvenuto domenica scorsa poco fuori Zurigo. Secondo quanto affermato dalla polizia, l’uomo non avrebbe avuto alcun legame con il terrorismo islamista e al momento non ci sono idee sul perché abbia scelto un centro islamico come obiettivo. Il corpo è stato trovato insieme a una pistola sotto a un ponte poco lontano dal centro. Il suo DNA corrisponde a quello prelevato nel luogo dell’omicidio avvenuto domenica.

Secondo i giornali locali, erano circa le 17:30 quando l’uomo è entrato nell’edificio vestito di nero e con addosso un cappello di lana. All’interno dell’edificio erano presenti dieci persone. In seguito agli spari, tre persone sono state ferite e poi trasportate in ospedale. La polizia ha detto che le loro condizioni di salute sono stabili.

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.