• postit
  • lunedì 19 Dicembre 2016

Maria Giulia Sergio, la foreign fighter italiana partita per unirsi all’ISIS in Siria, è stata condannata a 9 anni per terrorismo internazionale

Da Repubblica Milano:

Nove anni di reclusione, per terrorismo internazionale e organizzazione di viaggi a fine di terrorismo. Questa la pena decisa dalla Corte d’Assise di Milano per Maria Giulia Sergio, 29enne foreign fighter nota con il nome di Fatima, che era pronta anche al martirio e che ai proprio genitori diceva: “Venite qui in Siria, qui tagliamo teste, presto lo faremo anche a Roma”. È la prima volta che in Italia viene condannato un foreign fighter, effettivamente partito per il sedicente stato islamico.

La donna, nata in Campania, è partita da Inzago nel milanese nel 2014 e ora sarebbe in Siria. La decisione conferma esattamente la richiesta di pena formulata dai pm Maurizio Romanelli e Paola Pirotta, che per lei avevano auspicato il massimo della pena possibile, come pure per i cinque coimputati. A processo era infatti anche il marito albanese di Fatima, Aldo Kobuzi. Per lui la corte ha addirittura superato la richiesta di pena formulata dalla procura, infliggendogli una condanna a dieci anni di carcere, contro i nove ritenuti congrui dai pm.

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.