• Mondo
  • domenica 4 Dicembre 2016

Le foto dell’ultima cerimonia pubblica per Fidel Castro

A Santiago di Cuba hanno partecipato migliaia di persone fra lacrime, striscioni e molte bandiere cubane

La sera di sabato 3 dicembre si è tenuta a Santiago di Cuba – nell’est dell’isola – l’ultima cerimonia pubblica per Fidel Castro, l’ex presidente e rivoluzionario cubano morto a 90 anni nella notte tra il 25 e il 26 novembre. Le ceneri di Castro saranno seppellite al cimitero Santa Ifigenia di Santiago de Cuba, accanto al mausoleo di José Martí, un rivoluzionario cubano dell’Ottocento considerato eroe nazionale. La cerimonia è stata la tappa finale di un piccolo tour che ha portato le ceneri di Castro da L’Avana a Santiago, facendo al contrario il percorso fatto da Castro e dai rivoluzionari che nel 1959 rovesciarono la dittatura di Fulgencio Batista. Raul Castro – il fratello di Fidel, che dal 2008 è presidente di Cuba – ha detto che a Fidel Castro non saranno intitolate strade, perché lui «era fermamente contrario a ogni tipo di culto della personalità».

Alla cerimonia erano presenti diversi leader politici sudamericani: il presidente venezuelano Nicolás Maduro, gli ex presidenti brasiliani Lula e Dilma Rousseff, il presidente boliviano Evo Morales e Daniel Ortega, presidente del Nicaragua. Alcuni paesi hanno mandato ministri o rappresentanti di altro tipo – non era presente nessuno dei leader occidentali, per via delle controversie legate a Castro – e tra le persone più fotografate c’era l’ex calciatore Diego Maradona, amico di Castro per molti anni.

Castro è stato una delle personalità più importanti del Novecento: fu un’icona per la sinistra sudamericana e non solo, nonostante le continuate violazioni dei diritti umani compiute dal suo regime. Negli anni Cinquanta aveva guidato la rivoluzione che rovesciò il regime di Batista, e per i quasi cinquant’anni successivi ha governato Cuba: fu primo ministro dal 1959 al 1976, e poi presidente fino al 2008. Le ceneri di Castro sono state tumulate domenica, quando a Cuba erano le sette di mattina e in Italia le 13. La cerimonia è in questo caso stata privata e ha messo fine ai nove giorni di lutto nazionale iniziati dopo la morte di Castro.