(Da "Le amiche di mamma")

Netflix: le novità di dicembre nel catalogo italiano

Arrivano il seguito di "Gli amici di papà", un film su Obama e una serie d'animazione di Guillermo del Toro, tra le altre cose

(Da "Le amiche di mamma")

Il catalogo di Netflix viene aggiornato di continuo, e praticamente ogni giorno vengono aggiunti nuovi film e serie e ne vengono tolti altri. La maggior parte dei nuovi titoli arriva però nei primi giorni di ogni mese, che è anche il momento in cui Netflix comunica alcune delle nuove cose che arriveranno nei giorni seguenti, in genere le più importanti. Abbiamo scelto le migliori nuove uscite dei primi giorni di dicembre e raggruppato le cose più importanti per cui si sa già una data d’uscita, da qui a fine dicembre (qui c’erano quelle di novembre, se pensate di esservi persi qualcosa). La grande novità di Netflix però è arrivata ieri: ora alcune serie tv e alcuni film si possono scaricare, per guardarli anche senza internet.

Tra le cose che forse potrete vedere ovunque e comunque se guardate Netflix da smartphone e tablet ci sono: Miracolo nella 34esima strada, che sta da decenni nella lista di cose quasi-obbligatorie da fare ogni Natale; The Infiltrator, il film in cui un personaggio interpretato da Bryan Cranston indaga su Pablo Escobar; Le amiche di mamma, cioè il sequel di Gli amici di papà, cioè Full House; una serie d’animazione di Guillermo del Toro e un film sul giovane Barack Obama.Tra le cose di nicchia che però potreste voler guardare subito per essere i primi a consigliarla c’è la serie israeliana Fauda: c’è chi l’ha paragonata a The Wire.

Giovedì 1 dicembre/1

The Good Wife (le prime 6 stagioni): è una serie tv giudiziaria che è arrivata alla sua settima e ultima stagione. Esiste dal 2009 e parla di un’avvocato, Alicia Florrick, che torna a lavorare dopo tredici anni per provare l’innocenza di suo marito, un procuratore accusato di corruzione e coinvolto in uno scandalo sessuale. Oltre alla storia principale, ci sono però vicende e casi legali più brevi sviluppati puntata per puntata. The Good Wife negli anni è stata molto apprezzata dai critici e ha vinto moltissimi premi: la protagonista Julianna Margulies ha vinto tra le altre cose due Emmy e un Golden Globe.

Miracolo nella 34esima strada (1947): è uno dei più grandi film da Natale di sempre, diretto da George Seaton. È un film di Natale: si piange, si ride, ci si commuove. In più è anche un film davvero ben fatto (vinse tre Oscar) ed è un pezzo di storia del cinema, scelto dalla Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti per essere conservato nel National Film Registry. Parla di un uomo che dice di essere davvero Babbo Natale, e nessuno gli crede. Tranne un avvocato che lo difende in un processo. Su Netflix dall’1 dicembre c’è l’omonimo remake del 1994. È molto bello anche questo, se siete di quelli che il bianco e nero proprio non lo reggono: Babbo Natale è interpretato da Richard Attenborough.

Giovedì 1 dicembre/2

End of watch – Tolleranza zero (2012): è un film thriller e d’azione, girato come se fosse un documentario che segue la giornata di due poliziotti di Los Angeles interpretati da Michael Peña e Jake Gyllenhaal, che secondo Kaitlyn Tiffany di The Verge è, soprattutto dopo la sua interpretazione in Animali notturni, «il migliore attore vivente». Di End of watch si parlò molto bene e piacque anche al pubblico: il suo voto medio su IMDb è 7,7 su 10.

Tutti i santi giorni (2012): è un film di Paolo Virzì precedente a La pazza gioia e Il capitale umano.  È tratto dal libro La generazione di Simone Lenzi e i protagonisti sono interpretati da Luca Marinelli (poi diventato piuttosto noto grazie a Jeeg Robot) e la cantautrice Thony. Interpretano Guido e Antonia, una coppia con caratteri distanti alle prese con un tentativo di procreazione assistita e una vita fatta di orari incompatibili. Guido è portiere di notte e Antonia fa l’impiegata, di giorno.

The Infiltrator (2016): questo è per nostalgici di Narcos, e pure di Breaking Bad. È infatti un thriller in cui Bryan Cranston interpreta Robert Mazur, un agente dell’agenzia anti-droga che indagò su Pablo Escobar.

Giovedì 1 dicembre/3

Viva la libertà (2013): è una commedia di Roberto Andò, con Toni Servillo che interpreta i due protagonisti: il segretario del principale partito d’opposizione e il suo gemello, a cui viene chiesto di sostituirlo.

Snitch – L’infiltrato (2013): è un film d’azione con Dwayne Johnson (The Rock) che interpreta un padre che per scagionare il figlio accusato per possesso di droga inizia a collaborare sotto copertura con un grande trafficante di droga.

Viaggio sola (2013): è una commedia di Maria Sole Tognazzi, con protagonista Margherita Buy che interpreta Irene, una donna che di lavoro fa “l’ospite a sorpresa”, cioè gira in incognito per gli alberghi di lusso, per recensirli. La sua vita le piace molto, ma a un certo punto inizia a pensarci su e capisce che forse non è così.

2 dicembre

Hip Hop Evolution (stagione 1): è una serie tv che racconta come nacque l’hip hop negli anni Settanta a New York (c’entra anche quel famoso blackout). La cosa da guardare se guardando The Get Down vi siete fatti un po’ di domande.

Fauda (stagione 1): vuol dire “caos” in arabo ed è una serie tv israeliana che racconta le due parti del conflitto tra Israele e Palestina. Uno dei protagonisti è il comandante di una squadra israeliana che opera sotto copertura in Palestina; un altro è un attivista di Hamas. Quando uscì in Israele, Haaretz (il principale giornale del paese) ne parlò piuttosto bene; Foreign Policy scrisse che è un po’ come The Wire, solo che è ambientato a Ramallah.

9 dicembre

White Rabbit Project: è una serie di documentari fatta da quelli di MythBusters, il vivace programma di divulgazione scientifica che prova a sfatare miti e leggende metropolitane di vario tipo. Anche White Rabbit Project fa la stessa cosa.

Le amiche di mamma: conta come il seguito di Gli amici di papà, una famosa serie tv degli anni Ottanta e Novanta. Forse la conoscete con il titolo originale Full House, o come quella con le gemelle Olsen. Se non la conoscete e avete meno di trent’anni, pensate che è un’operazione paragonabile a quella fatta con Una mamma per amica di nuovo insiemeSe vi dovesse interessare, su Netflix ci sono anche le otto stagioni di Gli amici di papà.

11 dicembre

Dirk Gently’s Holistic Detective Agency (stagione 1): è una serie tv che ha per protagonista l’omonimo personaggio dei romanzi di Douglas Adams, quello di Guida galattica per autostoppisti. Tra gli attori c’è anche Elijah Wood.

16 dicembre

Barry (2016): è il film prodotto da Netflix che parla di Barack Obama da giovane, quando nei primi anni Ottanta studiava alla Columbia University. Obama è interpretato da Devon Terrell, che ha 24 anni.

23 dicembre

Trollhunters: è una serie tv d’animazione creata da Guillermo del Toro, il regista di Pacific Rim e Crimson Peak. Parla di un gruppo di amici adolescenti che scoprono che sotto ad Arcadia, la città in cui abitano, c’è un mondo che ha bisogno di loro. La storia è tratta da un libro scritto nel 2015 da del Toro.

25 dicembre

Cenerentola (2015): È il remake in live action (cioè con attori veri) di quel vecchio film Disney di cui forse avete sentito parlare. Quando uscì nei cinema andò molto bene, e anche le recensioni furono abbastanza buone. Il regista è Kenneth Branagh (quello di Thor) e nel cast ci sono Lily James, Cate Blanchett e Richard Madden (che negli ultimi anni è stato prima Robb Stark e poi Cosimo de’ Medici).