• postit
  • venerdì 14 Ottobre 2016

Un giudice ha stabilito che ci sono prove sufficienti per procedere con una denuncia penale nei confronti del governatore del New Jersey Chris Christie, per la storia della chiusura del George Washington Bridge

Un giudice ha stabilito che ci sono prove sufficienti per procedere con una denuncia penale nei confronti del governatore del New Jersey Chris Christie. La storia ha a che fare con la chiusura del George Washington Bridge, il ponte che collega Manhattan al New Jersey. Il caso passerà ora all’ufficio del procuratore della contea di Bergen, che deciderà se portare la questione davanti a un grand jury per una possibile incriminazione.

Nel settembre del 2013 il Port Authority of New York and New Jersey – organo interstatale di New York e New Jersey che si occupa della maggior parte dei trasporti interregionali – decise di bloccare per quattro giorni il traffico del George Washington Bridge. Secondo alcune ricostruzioni fatte a partire da una serie di email pubblicate nel gennaio del 2014, l’amministrazione di Christie avrebbe influenzato la decisione dell’autorità per danneggiare Mark Sokolich, il sindaco democratico di Fort Lee, una piccola cittadina del New Jersey, che non aveva appoggiato la rielezione di Christie a governatore nel novembre 2013. In sintesi: avrebbero fatto chiudere un ponte per creare appositamente ingorghi e traffico, per danneggiare politicamente un avversario.

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.