(Pancho Bernasconi/Getty Images)
  • Mondo
  • giovedì 29 Settembre 2016

L’incidente ferroviario nel New Jersey

Nella stazione di Hoboken, a pochi chilometri da Manhattan, un treno è deragliato: ci sono notizie di almeno un morto e 108 feriti

(Pancho Bernasconi/Getty Images)

Intorno alle 8:45 del mattino di oggi (le 14:45 in Italia) un treno di pendolari è deragliato all’interno della stazione di Hoboken, un comune del New Jersey che si trova sulla riva del fiume Hudson opposta a quella di Manhattan. Il governatore dello stato, Chris Christie, ha detto che nell’incidente è morta almeno una persona, che si trovava sulla banchina della stazione, e che ci sono 108 feriti. In precedenza NBC News aveva dato la notizia di tre morti, citando fonti tra i soccorritori, la stima è stata poi rivista. Le fotografie dalla stazione mostrano l’estensione dei danni causati dall’incidente, il traffico ferroviario nella zona è stato sospeso per facilitare i soccorsi.

Il treno è uscito dai binari e ha invaso la banchina, andando a sbattere contro i pilastri di cemento, causando il crollo di parte della pensilina. Sul posto sono intervenute numerose squadre di soccorritori e a tre ore circa dall’incidente sono state rimosse dal convoglio tutte le persone rimaste intrappolate. Le ragioni dell’incidente non sono ancora chiare, si sa solo che il treno per qualche ragione è entrato nella stazione ad alta velocità, uscendo dai binari: Andrew Cuomo, governatore dello stato di New York, ha detto che «sappiamo cosa è successo ma non perché è successo». Chris Christie ha detto che non ci sono ragioni al momento per sospettare che sia stato qualcosa di diverso da un incidente, escludendo quindi la possibilità che si sia trattato di un attentato terroristico.

Il treno era partito da Spring Valley e sarebbe dovuto arrivare alle 8:38 del mattino a Hoboken. L’incidente si è verificato alle 8:45 al binario 5, ha detto una portavoce della società di trasporto locale New Jersey Transit. Un passeggero ha raccontato che si trovava in fondo della seconda carrozza, quando il convoglio è deragliato finendo sulla banchina, e di avere visto nei minuti successivi molte persone intrappolate e ferite tra i rottami. Insieme ad altri passeggeri, è uscito da uno dei finestrini del vagone. Il treno era abbastanza pieno, soprattutto nelle due carrozze in testa, perché sono quelle più usate dai pendolari per velocizzare i loro spostamenti una volta arrivati in stazione.