(ANSA/ALESSANDRO DI MEO)

Mario Calabresi su Grillo e il M5S: «Francamente spiace»

«Da oggi nei 5 Stelle è lecito e tollerato mentire all’opinione pubblica e ai propri elettori»

(ANSA/ALESSANDRO DI MEO)

Sull’edizione di oggi di Repubblica il direttore Mario Calabresi ha pubblicato un breve editoriale di commento ai vari guai politici della giunta di Roma, e alle giustificazioni offerte ieri da Beppe Grillo e Luigi Di Maio ai sostenitori del Movimento 5 Stelle. Calabresi nel suo articolo critica molto il Movimento – «da oggi nei 5 stelle è lecito e tollerato mentire all’opinione pubblica e ai propri elettori» – e verso la fine dell’articolo si allinea alla posizione espressa ieri da Massimo Giannini sullo stesso giornale, e scrive che «nessuno, nemmeno i più feroci avversari politici, avrebbero mai immaginato che [i valori civili] potessero essere messi da parte così in fretta da Grillo e dal suo movimento». Siamo già al momento del “sogno tradito”, insomma.

Alla fine anche la soluzione è la più tradizionale che il mondo politico conosca: chiudersi a riccio, difendere tutti e tutto, rifugiarsi nell’omertà e gridare al complotto. Ma lo scandalo resta, intatto ed evidente. […] E resta il fatto che da oggi nei 5 Stelle è lecito e tollerato mentire all’opinione pubblica e ai propri elettori, nascondendo ciò che si conosceva da mesi. Francamente spiace, perché ai valori civili questo giornale e la sua comunità di lettori sono sempre stati attaccati.

(Continua a leggere sul sito di Repubblica)