(AP Photo/Matt Dunham, File)

Sadiq Khan non voterà Jeremy Corbyn

Il sindaco di Londra ha detto che il segretario del Partito Laburista non è in grado di vincere le elezioni e che per questo appoggerà il suo rivale

(AP Photo/Matt Dunham, File)

Il sindaco di Londra, il laburista Sadiq Khan, ha scritto un articolo sul Guardian per appoggiare Owen Smith, candidato contro l’attuale leader del partito Jeremy Corbyn alle elezioni interne del partito i cui risultati saranno annunciati al congresso del prossimo 24 settembre. In uno dei passaggi più duri del suo articolo, Khan ha accusato Corbyn di non essersi impegnato a sufficienza a favore del Remain nella campagna per il referendum su Brexit, e in generale di essere stato un cattivo leader di partito.

«Jeremy ha dimostrato di non aver le capacità per organizzare una squadra efficiente e ha fallito nell’ottenere il rispetto e la fiducia del popolo britannico»

È settimane che Corbyn viene attaccato da da molti leader e parlamentari del partito, più o meno con gli stessi toni di Khan. Corbyn è accusato di non aver fatto una campagna energica e di aver così facilitato la strada alle opinioni favorevoli all’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Ma gli scontri con il partito risalgono alla sua elezione, nel settembre del 2015. Corbyn, che ha posizioni molto di sinistra (alcune piuttosto controverse), ha trionfato al voto interno al partito grazie al voto dei sindacati e dei nuovi iscritti e contro la posizione dell’establishment del partito. Smith è un deputato ed ex segretario del governo ombra di Corbyn. È considerato un esponente della sinistra moderata del partito.

Secondo gli ultimi sondaggi, Corbyn gode ancora di un ampio consenso nella base del partito. In un sondaggio realizzato lo scorso luglio tra le persone che voteranno al congresso dei laburisti, Corbyn è risultato in vantaggio con il 47 per cento dei consensi, contro il 25 per cento di Smith. Tra coloro che nel 2015 hanno votato il Partito Laburista, Corbyn gode di un vantaggio notevolmente inferiore: circa 2 punti percentuali. Attenzione: non tutti coloro che hanno votato il partito alle elezioni parteciperanno al congresso. Infine, altri sondaggi mostrano che sul totale della popolazione inglese, Smith è molto più apprezzato. Circa il 75 per cento degli intervistati lo ritiene un leader migliori di Corbyn.