• Sport
  • giovedì 18 agosto 2016

Il nuoto sincronizzato vi terrà svegli la notte

Ma non per il fuso orario, come mostra questa raccolta fotografica: per le facce delle atlete

Delle atlete del nuoto sincronizzato si parla sempre per la loro incredibile abilità, che permette di fare complicatissime coreografie in mezzo a una piscina dove la maggior parte di noi si può permettere solo un tuffo a bomba. Quello che spesso non viene raccontato, tuttavia, è che le complicatissime coreografie e le posizioni innaturali che le atlete devono assumere per poterle eseguire in acqua, spesso mostrano un lato un po’ spaventoso dello sport: facce apparentemente arrabbiate, sguardi pietrificanti, gesti aggressivi e posizioni anormali che sembrano uscite dagli incubi di un bambino. Queste foto sono un esempio di quello che si può vedere durante una gara di nuoto sincronizzato: sono state scattate alle Olimpiadi di Rio de Janeiro durante la gara di duo, in cui atlete della stessa nazionalità realizzano coreografie in coppia.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.