(Roberto Finizio/Pacific Press via ZUMA Wire)

Le foto dei due concerti di Bruce Springsteen a San Siro

Domenica e martedì ha suonato per più di tre ore e mezza, nelle prime due tappe italiane del tour dedicato al disco “The River”

(Roberto Finizio/Pacific Press via ZUMA Wire)

Domenica 3 e martedì 5 luglio il cantante americano Bruce Springsteen ha fatto due concerti allo Stadio San Siro a Milano. Springsteen sta facendo un tour in Europa dedicato al suo disco del 1980 The River, e il 16 luglio suonerà anche a Roma, al Circo Massimo. A ognuno dei due concerti a San Siro c’erano circa 60mila persone, e Springsteen, che tra le altre cose è famoso per i suoi concerti lunghissimi, ha suonato entrambe le sere per più di tre ore e mezza, cambiando abbastanza la scaletta.

Molte delle canzoni che ha suonato arrivavano da The River, tra cui, nel concerto di domenica, la famosa “Drive All Night”, che è stata una delle più apprezzate della serata. Springsteen ha poi suonato molte canzoni di Born in the USA del 1984, e in entrambi i concerti ha suonato delle canzoni che erano state chieste da qualcuno nel pubblico con dei cartelli: domenica ha suonato una cover di “Lucille” di Little Richard, mentre martedì ha fatto “Rosalita (Come Out Tonight)”, una sua famosa canzone del 1973. Springsteen era accompagnato dal suo gruppo, la E Street Band, in cui suonano tra gli altri il chitarrista Steven Van Zandt e Jake Clemons, nipote dello storico sassofonista di Springsteen Clarence Clemons, morto nel 2011.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.