Alcune persone sulla piattaforma galleggiante nel lago d'Iseo, il 18 giugno (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)
  • Italia
  • domenica 19 Giugno 2016

Il lago d’Iseo e la passerella di Christo

La passerella galleggiate è stata inaugurata ieri e ci si potrà andare fino al 3 luglio: le foto del primo giorno e le cose da sapere sull'opera

Alcune persone sulla piattaforma galleggiante nel lago d'Iseo, il 18 giugno (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

Christo è un artista americano di origine bulgara: il suo nome completo è Christo Vladimirov Yavachev ed è conosciuto soprattutto per le sue opere di land art. “The Floating Piers” (il molo galleggiante) è  la sua ultima installazione ed è sul lago d’Iseo, tra le province di Bergamo e Brescia, a circa 100 chilometri da Milano e 200 da Venezia: è composta da pontili a pelo d’acqua larghi 16 metri e alti 50 centimetri, formati da 200.000 cubi in polietilene ad alta densità e coperti da 70mila metri quadri di tessuto. Nella giornata di sabato la passerella è stata attraversata da migliaia di persone: soprattutto nel pomeriggio si sono formate delle code agli accessi alla passerella, perché la struttura può ospitare circa 10-12mila persone alla volta. Verso le 19 di sabato le persone che la stavano attraversando sono state evacuate perché era previsto un peggioramento delle condizioni meteo. Quando l’allerta è rientrata, la passerella è stata riaperta.

“The Floating Piers” è considerato un evento internazionale ma capita in una zona di piccoli paesini non abituati al grande turismo di massa: motivo per cui è più utile del solito una guida su come fare una visita. Tutte le informazioni utili (come arrivarci in auto, in treno, in bus, dove inizia il percorso, eccetera) per chi volesse andarci sono qui. Attraversare la passerella è gratuito, e non bisogna prenotarsi. La si può percorrere in entrambi i sensi – non c’è un percorso prestabilito – 24 ore al giorno: a piedi, anche scalzi (lo consiglia l’artista), con cani, passeggini e carrozzine per disabili. Non è possibile salire in bici, con i roller o skateboard. Non si può correre, saltare e nemmeno tuffarsi in acqua. Non ci sono protezioni per evitare di cadere in acqua, ma ci sono addetti alla sicurezza e bagnini (con gommoni, moto d’acqua e ambulanze nelle vicinanze). All’inaugurazione dell’installazione erano presenti Maria Elena Boschi, ministro per i Rapporti con il Parlamento, il presidente della Lombardia Roberto Maroni, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori e i sindaci dei principali comuni interessati dall’installazione. C’era anche Christo, un artista americano di origine bulgara.