• Mondo
  • mercoledì 25 Maggio 2016

Il video del manifestante belga che stende un poliziotto con un pugno

È successo martedì durante una manifestazione a Bruxelles: l'assalitore non è ancora stato identificato

Martedì c’è stata una manifestazione a Bruxelles, la capitale del Belgio, per protestare contro le misure di austerità adottate dal governo. Verso la fine della manifestazione, a cui hanno partecipato circa 60mila persone, un manifestante con una maglietta rossa ha colpito violentemente in faccia un poliziotto, Pierre Vandersmissen, che aveva uno spray al peperoncino in mano. Vandersmissen è caduto immediatamente a terra e ha perso i sensi. La manifestazione era stata organizzata da alcuni sindacati belgi ed era stata per lo più pacifica, come dimostrano altre immagini pubblicate dal quotidiano belga Le Soir. Gli scontri hanno coinvolto solo un piccolo gruppo di persone.

Durante la protesta diversi poliziotti, tra cui Vandersmissen, si sono tolti il casco protettivo per cercare di abbassare la tensione con i manifestanti. Quando però un gruppo di persone ha cominciato a lanciare oggetti verso gli agenti, la polizia ha risposto usando cannoni ad acqua. Vandersmissen si è trovato così isolato tra due gruppi di manifestanti, senza casco, e ha cercato di allontanarli con uno spray al peperoncino.

Mercoledì la polizia ha detto di avere arrestato due persone sospettate di avere lanciato oggetti contro gli agenti, identificate grazie ai video girati dalle telecamere a circuito chiuso. L’uomo che ha colpito il poliziotto ferito non è stato identificato ed è ancora ricercato dalla polizia. In Belgio Vandersmissen era diventato un agente piuttosto conosciuto il mese scorso, quando era stata aperta una pagina Facebook per chiedere le sue dimissioni: era stato molto criticato per avere arrestato alcune persone durante una manifestazione contro il razzismo.