Il presidente Vladimir Putin fa un discorso per il Giorno della Vittoria nella piazza Rossa di Mosca, 9 maggio 2016 (KIRILL KUDRYAVTSEV/AFP/Getty Images)
  • mini
  • lunedì 9 maggio 2016

La parata del Giorno della Vittoria, a Mosca

Le foto della parata militare russa per festeggiare la fine della Seconda guerra mondiale e la sconfitta della Germania nazista

Il presidente Vladimir Putin fa un discorso per il Giorno della Vittoria nella piazza Rossa di Mosca, 9 maggio 2016 (KIRILL KUDRYAVTSEV/AFP/Getty Images)

Ogni 9 maggio in Russia ricorre il Giorno della Vittoria, l’anniversario del giorno in cui nel 1945 l’Unione Sovietica annunciò la fine della Seconda guerra mondiale e la sconfitta della Germania nazista. Per il settantunesimo anniversario è stata organizzata una parata nella piazza Rossa, la principale di Mosca, dove si trova il Cremlino, e hanno sfilato migliaia di soldati, ci sono state esibizioni di aerei da combattimento, compresi alcuni aerei usati per le recenti missioni in Siria, e sono stati mostrati i nuovi lanciamissili antiaerei S-400 dell’esercito russo. Come ogni anno c’è anche stata una parata di reduci della Seconda guerra mondiale e di soldati con divise e armi storiche. Alle celebrazioni ha assistito anche il presidente russo Vladimir Putin, che ha tenuto un breve discorso commemorativo e ha parlato della necessità di cooperare con altri paesi per sconfiggere il terrorismo internazionale. Riporta il Telegraph che quest’anno c’è stata una piccola parata militare anche nella base russa in Siria, da cui partono le missioni di supporto all’esercito del presidente siriano Assad.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.