I 18 film dell’estate

Quella del cinema è già iniziata, e arriveranno soprattutto filmoni di fantascienza, d'azione e d'animazione

(Da "500 giorni insieme")

L’estate vera, quella astronomica, inizia il 22 giugno. Per il cinema è invece iniziata il 4 maggio, quando è uscito in Italia Captain America: Civil War (che negli Stati Uniti esce il 6 maggio). Il Boston Globe ha scritto: «La stagione dei film estivi è arrivata. Non fate caso al fatto che siamo a inizio maggio, ora inizia il rito annuale di sequel, spinoff, remake e reboot: tutti con l’obiettivo di creare attesa e stupore, nel tentativo di separare il pubblico dai soldi che hanno nel portafoglio».

L’estate, per il cinema, è tradizionalmente il momento in cui escono i filmoni che costano tanto, sono pieni di scene d’azione ed effetti speciali, e che se tutto va bene incassano anche parecchi soldi. È quel momento dell’anno abbastanza lontano dagli Oscar precedenti per averne già esaurito la scia in termini di pubblicità e abbastanza lontano dagli Oscar successivi da permettere di rimandare l’uscita dei film con qualche possibilità di vincerli. Negli Stati Uniti l’estate del 2015 è stata per il cinema la seconda migliore della storia (soprattutto grazie a Jurassic World) e secondo gli esperti di incassi cinematografici anche quella del 2016 promette bene. I film da cui ci si aspetta di più sono X-Men: Apocalisse e Independence Day: Rigenerazione, ma escono anche un nuovo Star Trek, un film su Tarzan e il nuovo Ghostbusters. Ci sono anche alcuni film d’animazione – il più atteso è Alla ricerca di Dory – e cose meno estive: la commedia The Nice Guys e i nuovi film di Richard Linklater, Jodie Foster e Paolo Virzì. Ne abbiamo scelti 18, mettendo insieme quelli di cui si parla di più o meglio e mettendoli in ordine di uscita.

Dentro ogni immagine le informazioni su registi, attori, trama e trailer

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.