La Settimana Enigmistica raccontata a fumetti

Un po' di tavole di "more FUN", il graphic novel di Paolo Bacilieri sulla storia dei cruciverba in Italia e Francia

La casa editrice specializzata in fumetti Coconino Press – Fandango ha pubblicato il seguito del graphic novel del 2014 FUN di Paolo Bacilieri: si intitola more FUN e racconta la storia della Settimana Enigmistica (di cui Giacomo Papi ha scritto sul Post qui) e dei cruciverba tra l’Italia e la Francia. Bacilieri intreccia le storie di Giorgio Sisini, fondatore della Settimana Enigmistica, dello scrittore francese Georges Perec che negli anni Settanta pubblicava schemi di parole crociate (in francese mots croisés) sul settimanale Le Point, e di Piero Bartezzaghi, firma più importante della Settimana Enigmistica, a quelle del suo storico personaggio Zeno Porno, sceneggiatore di fumetti Disney ed ex agente della Cia. Sullo sfondo ci sono Milano, Parigi e New York. Zeno Porno è al centro di altri due fumetti di Bacilieri, oltre a FUN e a more FUNZeno Porno (Kappa, 2005) e La magnifica desolazione (2007). Per FUN Bacilieri ha vinto il premio come miglior disegnatore al Napoli Comicon 2015.

In queste pagine di more FUN si parla di Perec, autore tra gli altri di La vita istruzioni per l’uso, Le cose e l’autobiografia Mi ricordo, e membro dell’OuLiPo, il gruppo di letteratura sperimentale fondato nel 1960 e di cui faceva parte anche Italo Calvino.

“Fun” era il nome della sezione del quotidiano americano New York World in cui venne pubblicato il primo cruciverba della storia e in inglese significa “divertimento”. Il 15 maggio, alle 17.30, Paolo Bacilieri presenterà more FUN al Salone del Libro di Torino, nello spazio Book del Padiglione V.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.