Beyoncé si esibisce al Formation World Tour a Marlins Park, Miami, 27 aprile 2016 (Frank Micelotta/Parkwood Entertainment via Getty Images)
  • Moda
  • venerdì 29 aprile 2016

Come si veste Beyoncé nel suo nuovo tour

Indossa solo body, come suo solito: di pizzo, latex, con perle e cristalli, disegnati da stilisti famosi

Beyoncé si esibisce al Formation World Tour a Marlins Park, Miami, 27 aprile 2016 (Frank Micelotta/Parkwood Entertainment via Getty Images)

Mercoledì sera Beyoncé ha inaugurato il suo nuovo tour mondiale, il Formation World Tour, al Marlins Park di Miami, in Florida: proseguirà con 22 tappe negli Stati Uniti e 16 in Europa, tra cui anche in Italia. Ha cantato 37 canzoni – la lista intera è qui – tra cui grandi classici come Halo (che ha dedicato al marito Jay Z concludendo lo spettacolo), Survivor, Drunk in Love, 7/11, molti brani tratti dal nuovo disco Lemonade; c’è stato anche un tributo a Prince con Purple Rain.

L’apertura dello spettacolo con Formation

Oltre che della musica e delle esibizioni si è parlato molto anche dei costumi indossati da Beyoncé durante lo spettacolo che, come i vestiti del visual album che ha accompagnato l’uscita di Lemonade, sono stati disegnati da molti stilisti diversi. Come suo solito Beyoncé ha indossato moltissimi body: di pizzo, latex, con cristalli, perle e ricami, come mostra la raccolta fatta dalla rivista di moda Fashionista.

Balmain

Il body, realizzato da Olivier Rousteing – direttore creativo dell’azienda francese – è ispirato allo stile vittoriano, con pizzo, perle, cristalli e motivi floreali. Rousteing ne ha pubblicato una foto su Instagram dicendo “When Balmain Army Becomes Bey Army”, “Quando l’esercito di Balmain diventa l’esercito di Bey” (un soprannome di Beyoncé). 

Dsquared2

 

Owns it! @beyonce ❤️❤️ #lemonade #beyonce #formationworldtour #formation #queenbey Un video pubblicato da Dan and Dean Caten (@dsquared2) in data:

L’azienda canadese Dsquared2 aveva già disegnato la giacca di pelle indossata da Beyoncé allo show per l’intervallo del Super Bowl a inizio anno. Per il nuovo tour ha realizzato due body: uno di pizzo l’altro fatto di una maglia a rete di cristalli, che Beyoncé ha accompagnato con un cappello a larghe tese, guanti di pelle e ankle boots.

Roberto Cavalli

Il direttore creativo Peter Dundas ha disegnato un body nero con cristalli, bottoni e inserti metalli dorati, che Beyoncé ha portato con stivali tigrati alti fin sopra il ginocchio.

Gucci

Outfit 😍#TheFormationWorldTour #beyoncé #Lemonade #beyonce #FormationTour Una foto pubblicata da Beyslayy (@beyslayy) in data:

Un altro body, disegnato da Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci. Gucci è molto presente anche nel video di Formation, dove una schiera di ballerine indossa body con stampato il logo dell’azienda.

Atsuko Kudo

Miami slayage🔥🔥 #FormationTour #TheFormationWorldTour #Lemonade #beyonce #beyoncé

Una foto pubblicata da Beyslayy (@beyslayy) in data:

È uno stilista giapponese che dal 2011 realizza abiti e accessori da donna esclusivamente in latex, famoso per aver collaborato a lungo con Lady Gaga. Il body che ha disegnato per Beyoncé è, ovviamente, in latex rosso, con maniche a sbuffo e colletto arricciato, accompagnato da stivali alti sopra il ginocchio.   

 

Un body di cristalli

#theformationworldtour #formationworldtour #formation #formationtour #beyonce Un video pubblicato da Beyonce (@formationtour2016) in data:


Beyoncé ha chiuso lo spettacolo indossando un body dall’effetto nudo ricamato con cristalli luccicanti.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.