• Mondo
  • venerdì 8 aprile 2016

È stato incriminato Mohamed Abrini

Era ricercato per gli attentati di Parigi e ha ammesso di essere "l'uomo col cappello" degli attacchi di Bruxelles: è accusato di omicidio e terrorismo

Sabato 9 aprile la procura federale belga ha accusato quattro persone di associazione terroristica e omicidio in relazione agli attacchi avvenuti a Bruxelles lo scorso 22 marzo. I quattro erano stati arrestati venerdì. Uno degli accusati è Mohamed Abrini, sospettato di essere uno degli uomini coinvolti negli attacchi terroristici del 13 novembre a Parigi. Abrini, ha detto il procuratore federale del Belgio, ha anche ammesso di essere “l’uomo col cappello” dell’aeroporto di Bruxelles, l’unico tra i tre attentatori che non si è fatto esplodere e che era ricercato dalla polizia. Un’altra persona incriminata è Osama Krayem, che secondo la procura era presente alla stazione di Maalbeek poco prima dell’esplosione che ha colpito un vagone della metropolitana nel corso dell’attacco del 22 marzo. Gli altri due incriminati dalla procura sono Hervé B.M., cittadino ruandese nato nel 1990, e Bilal E. M., nato nel 1989. Le altre due persone che erano state arrestate ieri sono state rilasciate.

Abrini ha 31 anni e ha doppia cittadinanza belga e marocchina. Secondo la polizia, poco prima degli attacchi del 13 novembre Abrini aveva accompagnato a Parigi Salah Abdeslam, che le autorità ritengono sia l’unico sopravvissuto tra gli attentatori di Parigi. Gli investigatori pensano che Abrini abbia fatto andata e ritorno tra Bruxelles e Parigi insieme a Salah Abdeslam e a suo fratello Ibrahim per due volte tra il 10 e l’11 novembre. Abdeslam è stato arrestato lo scorso 18 marzo a Bruxelles, in Belgio, dopo cinque mesi di latitanza. Il 9 aprile la procura federale belga ha spiegato che secondo quanto detto da Abrini gli attentati in Belgio sono stati decisi dopo che lui e gli altri attentatori hanno avuto problemi nell’organizzare un secondo attentato in Francia. Sembra che Abrini e gli altri attentatori abbiano deciso di concentrarsi sul Belgio per via dell’efficienza e della rapidità delle indagini francesi dopo gli attentati del 13 novembre.

 

TOPSHOT-FRANCE-ATTACKS-SUSPECTS(Mohamed Abrini con Salah Abdeslam nel novembre 2015)

Nelle ultime settimane le indagini sugli attentati di Bruxelles avevano già mostrato che erano stati eseguiti dalla stessa cellula terroristica franco-belga dello Stato Islamico responsabile degli attentati di Parigi.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.