(PAU BARRENA/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • domenica 20 Marzo 2016

La strage sul pullman a Tarragona

Era partito da Valencia ed era diretto a Barcellona, con tanti studenti Erasmus a bordo: domenica si è scontrato con un'auto e ci sono almeno 13 ragazze morte, anche italiane

(PAU BARRENA/AFP/Getty Images)

Domenica 20 marzo un pullman con a bordo 57 persone si è scontrato con un’auto all’altezza di Freginals, vicino a Tarragona, sull’autostrada AP-7 che percorre buona parte della costa mediterranea della Spagna: nell’incidente sono morte 13 persone, tutte ragazze. Le persone a bordo dell’autobus erano studenti Erasmus; il ministero degli Esteri italiano ha confermato che tra i morti ci sono anche ragazze italiane, e il ministro degli Interni catalano Jordi Jané ha detto che 7 delle ragazze morte erano italiane, 2 tedesche, una francese, una austriaca, una romena e un’uzbeka. Il pullman era partito da Valencia, dove molti giovani erano andati ad assistere a “Las Fallas”, una festa locale molto popolare, e stava facendo ritorno a Barcellona. Nel pomeriggio di lunedì il presidente del Consiglio Matteo Renzi è andato a Barcellona a incontrare le famiglie delle ragazze italiane morte nell’incidente che sono già in Spagna per il riconoscimento della salma.

Jordi Jané ha detto che nessuno dei feriti sembra essere in pericolo di vita. Jané ha spiegato al El País come si è verificato l’incidente: «Il pullman si è spostato troppo verso destra, e quando ha toccato il bordo della strada ha fatto una sterzata con così tanta forza che ha oltrepassato la corsia di sorpasso ed è finito nell’altro senso di marcia». In quel momento stava arrivando un’auto su cui viaggiavano due persone: i due veicoli si sono scontrati. Le persone a bordo dell’auto sono rimaste ferite. Secondo la stampa spagnola e quella italiana, l’autista del pullman ha detto di essersi addormentato mentre guidava, confermando le prime ipotesi. Dopo l’incidente è stato sottoposto ai test dell’alcolemia e delle droghe, risultato negativo a entrambi: è comunque indagato dalle autorità.