Chiara Ferragni (Andreas Rentz/Getty Images)
  • Moda
  • mercoledì 16 marzo 2016

Le 10 fashion blogger che vanno più forte

La classifica di Fashionista, che tiene conto del seguito online e della collaborazione con i grandi marchi di moda (la prima la conoscete tutti)

Chiara Ferragni (Andreas Rentz/Getty Images)

Come ogni anno il sito di moda Fashionista ha pubblicato la classifica delle 20 fashion blogger più importanti in questo momento. La classifica è realizzata in modo accurato, tenendo conto dei criteri che, secondo il sito, sono i più indicativi dell’influenza di una fashion blogger. E sono: il successo sui social network misurato sul numero di followers, like e condivisioni, insieme al traffico generato online. Alcuni social network, su tutti Instagram, hanno un peso maggiore nel mondo della moda e sono stati valutati di più nel costruire la classifica; le collaborazioni con aziende di moda o l’aver fondato un proprio marchio; il “fattore it”, ovvero il carisma e l’essere particolarmente richieste. Fashionista lo calcola tenendo conto delle collaborazioni con i marchi più prestigiosi, e del parere degli esperti nel mondo della pubblicità. Infine, contano le ricerche su Google News: più il nome di una blogger è presente in titoli e articoli online, maggiore è la sua influenza.

Fashionista sottolinea che la classifica di quest’anno è molto diversa da quella del 2015: il mondo della moda cambia rapidamente, così come le persone che ne sono al centro. Lo stesso fenomeno delle fashion blogger è piuttosto recente: è iniziato dieci anni fa come marginale e di nicchia, ma è riuscito a imporsi nel tempo diventando una componente centrale dell’industria della moda, soprattutto grazie al diffondersi dei social network. Oggi le fashion blogger siedono in prima fila alle sfilate dei marchi più prestigiosi, disegnano collezioni o fanno da testimonial a prodotti di lusso – in molti casi aprono una loro azienda.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.