Quelli che hanno vinto l’EGOT

È il premio simbolico che va a chi riesce a vincere l'Oscar, il Grammy, l'Emmy e il Tony Award: l'ha "inventato" un attore che voleva vincerli tutti e non ne ha vinto nemmeno uno

Per tutti coloro che si cimentano in qualche forma artistica che rientra nel mondo dello spettacolo, ci sono quattro premi più importanti degli altri: gli Oscar, i Grammy, gli Emmy e i Tony Awards, rispettivamente i più importanti premi del cinema, della musica, della televisione e del teatro. Sono tutti assegnati negli Stati Uniti e nella storia ci sono state alcune persone – non tante – che sono riuscite a vincere almeno una volta tutti e quattro i premi (e qualcuno e riuscito anche a vincerne più di uno). Chi c’è riuscito, ipoteticamente parlando, ha vinto l’EGOT, l’acronimo dei nomi dei quattro premi. Il nome EGOT è stato inventato da Philip Michael Thomas (l’agente Ricardo Tubbs di Miami Vice): Hollywood Reporter ha spiegato che Thomas era solito girare con una collana d’oro con le lettere E-G-O-T, e a chi gli chiedeva il perché spiegava che la sua ambizione era vincere i quattro premi in questione. La sua carriera non è stata però all’altezza delle sue ambizioni, e Thomas non ne ha vinto nemmeno uno.

Nella storia ci sono state 16 persone a vincere l’EGOT: su quattro di loro ci sono però opinioni contrastanti, perché uno dei quattro premi che hanno vinto era un premio speciale, ritenuto “non competitivo”. Il primo a completare l’EGOT è stato il compositore statunitense Richard Rodgers e tra quelli che ce l’hanno fatta ci sono Audrey Hepburn, Mel Brooks e Whoopi Goldberg, oltre ad altri artisti un po’ meno noti. C’è anche chi, oltre ai quattro premi che formano l’EGOT, è riuscito pure a vincere un premio Pulitzer.

Dentro ogni immagine le informazioni sull’artista e qualche dato su come è arrivato all’EGOT (i 4 vincitori “controversi” sono nelle ultime 4 immagini)