Virginia Raggi

Virginia Raggi è la candidata del M5S a sindaco di Roma

È stata scelta dagli iscritti tra i più votati del primo turno delle "comunarie"

Virginia Raggi

Virginia Raggi è la candidata sindaco per il Comune di Roma del Movimento 5 Stelle (M5S). Raggi è stata scelta con delle votazioni che si sono tenute martedì 23 febbraio: gli iscritti al Movimento 5 Stelle potevano scegliere il loro candidato tra i cinque più votati al primo turno delle “comunarie”, le primarie del M5S. Lo scorso 18 febbraio, gli iscritti avevano scelto, tra circa 200 candidati, i 48 che avrebbero composto la lista per il consiglio comunale. I dieci più votati hanno ottenuto accesso al secondo turno: cinque di loro hanno tuttavia rinunciato – l’ultima è stata ieri sera Annalisa Bernabei, studentessa di architettura di 27 anni – e in corsa, quindi, erano rimasti in cinque. Tre ex consiglieri comunali e due consiglieri di municipio. Tutti e cinque i candidati per il secondo turno, insieme a tutti gli altri candidati al consiglio comunale, hanno sottoscritto un contratto che li impegna a pagare una penale molto alta e a dimettersi in caso arrechino un “danno di immagine” al movimento. Il contratto li impegna inoltre, una volta eletti, a far approvare preventivamente allo staff di Beppe Grillo tutti gli atti amministrativi di una certa importanza.

La conferenza stampa di presentazione dei candidati sindaco e la lista di tutti i candidati

Marcello de Vito
Ha 42 anni ed è un avvocato iscritto al movimento dalla primavera del 2012. Nel 2013 era il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle e ottenne il 12,8 per cento dei voti. È stato capogruppo del M5S al consiglio comunale fino a quando l’assemblea è decaduta in seguito alle dimissioni dei consiglieri del PD, lo scorso ottobre. De Vito è uno dei più noti tra i membri del M5S di Roma, anche grazie alle sue frequenti presenze nei talk show durante lo scandalo “Mafia Capitale” e nei mesi successivi.

Paolo Ferrara
Ha 44 anni ed è un agente della Guardia di Finanza di Ostia. Nel 2013 è stato eletto consigliere del municipio di Ostia e lo è rimasto fino allo scioglimento dell’assemblea lo scorso settembre. Nel suo curriculum, Ferrara spiega che dal 2009 si interessa delle problematiche del lido di Ostia, una zona dove sono stati costruiti numerosi insediamenti balneari abusivi. In un articolo sulla Stampa, il giornalista Jacopo Jacoboni racconta che Ferrara organizzò un incontro tra una delegazione di gestori di stabilimenti e alcuni membri del direttorio del M5S. Il portavoce delle delegazione, Renato Papagni, alcuni mesi dopo si vide sequestrare il suo stabilimento perché abusivo (aveva un permesso per occupare 69 metri quadri, ma ne aveva occupati circa 400).

Ferrara è stato testimone di nozze Roberto Bocchini, racconta ancora Jacoboni, l’ex titolare di uno stabilimento balneare sequestrato e poi affidato all’associazione Libera di don Ciotti. Lo scorso marzo, Ferrara firmò un ordine del giorno sulle irregolarità edilizie nel litorale di Ostia in cui la principale denuncia era proprio contro lo stabilimento di Libera, per un abuso edilizio che Jacoboni definisce “imparagonabile” rispetto a quello che accade normalmente in quella zona. Il presidente del PD e commissario del partito a Roma, Matteo Orfini, ha definito Ferrara un impresentabile e ha chiesto al M5S di ritirarne la candidatura.

Virginia Raggi
Ha 37 anni ed è un avvocato civilista. Insieme a De Vito, è stata eletta nel 2013 al consiglio comunale di Roma ed era considerata dai giornali uno dei due favoriti per ottenere la candidatura a sindaco.

Enrico Stefano
Terzo e ultimo consigliere comunale ad aver ottenuto la candidatura a sindaco. Ha 28 anni ed è laureato in giurisprudenza. Nella sua presentazione spiega che i temi che più gli interessano sono la mobilità e i problemi dei pendolari.


Teresa Zotta

Ha 64 anni ed è una professoressa in pensione di latino e letteratura italiana. Nel 2013 era stata eletta consigliera del XV municipio, nella periferia nord di Roma.