• Sport
  • lunedì 15 febbraio 2016

Il “rigore a due” di Messi e Suarez

Domenica sera a Barcellona si è vista una giocata molto rara e rischiosa, con pochi precedenti famosi (e uno fallimentare)

(David Ramos/Getty Images)

Nella partita del campionato spagnolo tra Barcellona e Celta Vigo, giocata domenica sera e terminata 6-1 per il Barcellona, a meno di dieci minuti dal termine Lionel Messi ha battuto un calcio di rigore in modo inusuale, passando la palla alla sua destra al compagno di squadra Luis Suarez, che da pochi metri di distanza dalla porta ha calciato e segnato il gol del momentaneo 4-1. Il passaggio di Messi avrebbe dovuto essere per Neymar (lo avevano provato nei giorni prima in allenamento) ma in quell’istante il più vicino al pallone era Suarez.

 

Un rigore tirato a due è una giocata molto rara da vedere, perché è rischiosa e complica inutilmente una cosa semplice, ma non è vietata dal regolamento. Il primo rigore di questo tipo registrato in un video fu durante una partita fra le nazionali del Belgio e dell’Islanda, nel 1957.

Il più famoso, finora, è quello calciato durante la partita del campionato olandese tra Ajax e Helmond Sport del 1982. È il più famoso perché fu realizzato da Johan Cruyff, uno dei calciatori più forti di sempre: passò la palla al compagno di squadra Jesper Olsen, che a sua volta invece di tirare la ripassò a Cruyff.

Una dimostrazione pratica del perché sia raro vedere i rigori a due ce l’hanno data Robert Pires e Thierry Henry nel 2005: durante Arsenal-Manchester City, Pires tentò di passare la palla ad Henry ma i due non si capirono e vennero anticipati dai difensori del City.

L’Arsenal vinse lo stesso per 1 a 0 e al termine della partita sia Henry che l’allenatore Arsene Wenger la presero sul ridere.

I rigori a due possono essere annullati solo se, come nei rigori normali, un giocatore entra nell’area di rigore avversaria prima che il compagno di squadra abbia calciato o se si ritrova ad una distanza inferiore di 9,15 metri dal pallone. Il giocatore che calcia, poi, non può toccare la palla una seconda volta a meno che un altro giocatore l’abbia toccata prima. Secondo alcuni il rigore di Messi – che per lui vale “rigore sbagliato”, stando al tabellino della partita – avrebbe dovuto essere annullato perché Suarez si trovava con un piede già dentro l’area di rigore quando il pallone doveva ancora essere toccato una prima volta. Stando al regolamento quindi andrebbe annullato, anche se questo tipo di infrazione di solito non è sanzionata: l’arbitro fischia solo quando la presenza di giocatori in area è troppo evidente.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.