Font francesi dal 1850 ad oggi

Il Corpus Tipografico Francese è un archivio con oltre 1500 font inventati in Francia: alcuni sono macabri, altri copiano il classico Garamond e altri hanno dei nomi molto particolari

Il Corpus Tipografico Francese è un archivio del Musée de l’imprimerie et de la communication graphique di Lione che raccoglie tutti i caratteri tipografici disegnati in Francia dal 1850 al 2009. L’archivio è vastissimo, comprende oltre 1500 tipi di caratteri differenti classificati per periodi storici e per case editrici. Quello dei caratteri è uno mondo sterminato e molto complicato, Giacomo Papi ha cercato di spiegarlo un po’, in particolare quello utilizzato per quasi tutti i libri italiani, il Simoncini Garamond. La collezione, per stessa ammissione del museo non completa, cerca di essere il più rappresentativa possibile di tutte le tendenze grafiche nel corso del tempo. Il progetto è stato realizzato nel 2009 grazie al patrocinio del Ministero della cultura e della comunicazione francese. Tutte le creazioni sono opera di designer francesi o stranieri e persone che hanno lavorato per le fonderie francesi. Oggi il museo si propone come “deposito” per ogni nuova invenzione nel campo della grafica e dei caratteri.

 

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.