John Nash, matematico. (Aaron Tam/AFP/Getty Images)
  • Cultura
  • mercoledì 30 Dicembre 2015

Senza di te

Quelli che non ci saranno più nel 2016, ma che fino al 2015 si erano fatti notare

John Nash, matematico. (Aaron Tam/AFP/Getty Images)

Le morti di persone famose sono ormai qualcosa di particolare della nostra esistenza online: condivise rapidamente sui social network, ricordate con un lutto collettivo talvolta rituale ma comunque sentito – fino a quando non diventa tutto talmente ripetitivo da farci l’abitudine, da rendere la serie di tweet, post, messaggi e pensieri il pezzo di una routine. Anche per questo motivo, molti di noi troveranno nelle foto e nelle storie di chi è morto nel 2015 persone in fretta dimenticate. Quest’anno sono morti, tra gli altri, un re, tanti musicisti, qualche grande attore e persone che con le loro intuizioni ci hanno migliorato la vita o l’hanno resa meno complicata. È morto un grande matematico, è morta una famosa stilista, grandi statisti e un pilota di Formula 1.

Come diciamo ormai da tempo, tra un anno forse avremo del tutto dimenticato molti di loro: ma quello che hanno lasciato, nel bene e nel male, ci circonderà ancora per molto.