(Alexandra Beier/Getty Images)
  • Cultura
  • giovedì 24 dicembre 2015

10 libri per bambini

Cinque per chi già ama leggere e altri cinque per invogliare chi non è (ancora) abituato a farlo: favole illustrate, mini-serie a fumetti, e grandi classici

(Alexandra Beier/Getty Images)

Probabilmente l’ultima cosa a cui un bambino vuole pensare durante le vacanze è la scuola, e tutto quel che ci ruota attorno, libri compresi. Per questo regalargliene uno a Natale potrebbe non essere una buona idea, soprattutto se il bambino in questione non è un grande lettore. Da genitori, fratelli, zii, nonni o cugini premurosi siamo convinti che un libro sia un ottimo modo per passare il tempo e vogliamo essere proprio noi a iniziare il fratello, nipote o cuginetto di turno ai piaceri della lettura, così da poterglielo ricordare nelle riunioni di famiglia dei Natali futuri. Per questo al Post vi siamo venuti in aiuto e abbiamo selezionato cinque libri per i bambini a cui non piace leggere, o non sono abituati a farlo, per invogliarli. Poi abbiamo pensato anche a quei bambini che passano i pomeriggi sfogliando pagine, cartacee o digitali, e selezionato altri cinque libri avvincenti e imperdibili che, se regalati, potrebbero farvi guadagnare qualche punto in più nella classifica del genitore, fratello, zio/a, cugino – eccetera – preferito.

Per i più piccoli ci sono le fiabe tradizionali – come una raccolta illustrata di Jean La Fontaine (avete tutti presente “Il lupo e l’agnello” o “La gallina dalle uova d’oro”?); per i curiosi c’è il Guinness dei primati 2016 (da accompagnare con un bigliettino d’auguri sulle cose nuove che potranno raccontare all’intervallo). E poi ci sono i grandi classici come Diario di una schiappa di Jeff Kinney o Ascolta il mio cuore di Bianca Pitzorno. Se nell’ultimo periodo siete stati genitori un po’ distratti, regalare La Famiglia Sappington potrebbe essere controproducente: racconta dei figli che architettano un piano per sbarazzarsi di mamma e papà.

All’interno di ogni foto trovate un po’ di informazioni sui libri

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.