• postit
  • mercoledì 23 Dicembre 2015

Un tribunale russo ha emesso un mandato di cattura internazionale contro l’imprenditore Mikhail Khodorkovsky dopo averlo accusato di essere coinvolto in un omicidio

Un tribunale russo ha emesso un mandato di cattura internazionale nei confronti di Mikhail Khodorkovsky che all’inizio di dicembre era stato accusato di essere coinvolto nell’omicidio di Vladimir Petukhov, sindaco di Nefteyugansk, Siberia, avvenuto nel 1998. Khodorkovsky ha respinto le accuse dicendo che sono completamente false. La notizia del mandato è stata data dopo che la polizia russa ha perquisito gli uffici del movimento pro-democrazia “Open Russia” fondato da Khodorkovsky.

Mikhail Khodorkovsky, l’ex uomo più ricco della Russia e uno dei prigionieri più famosi e politicamente influenti del paese, era uscito dal carcere nel dicembre 2013 dopo dieci anni, grazie a un’amnistia. Il suo fu considerato dalla maggior parte degli analisti e dei media internazionali un processo politico, voluto da Putin per sbarazzarsi di uno degli uomini più potenti della Russia, che prima di finire in carcere progettava di scendere in politica. Khodorkovsky fu spedito in Siberia, ma la sua storia è diventata un simbolo della gestione reazionaria e arbitraria del potere da parte di Vladimir Putin. Dopo la liberazione si è trasferito in Svizzera.

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.