• Cultura
  • Questo articolo ha più di sei anni

Le fotografie di Piergiorgio Branzi

Scattate in più di cinquant'anni e raccolte in un nuovo libro edito da Contrasto dal titolo "Il giro dell’occhio"

È uscito per l’editore Contrasto Il giro dell’occhio, una ricca monografia dedicata al lavoro di Piergiorgio Branzi, fotografo e giornalista italiano nato nel 1928. Il libro, introdotto da un saggio in cui lo stesso Branzi descrive il suo rapporto con i “linguaggi dell’immagine”, raccoglie quasi 200 fotografie realizzate in più di cinquanta anni e divise in sei sezioni, che corrispondono ai diversi luoghi che Branzi ha fotografato nell’arco della sua carriera. Il percorso parte con le foto in bianco e nero degli anni Cinquanta realizzate nella sua regione d’origine, la Toscana e quelle che raccontano l’Italia, fino ad arrivare alle immagini che riguardano il Mediterraneo, per passare poi a Mosca, dove Branzi ha vissuto cinque anni da inviato per la Rai, e Parigi. Il libro si chiude con una sezione dal titolo “Le forme”, che contiene l’ultima produzione del fotografo, quella più sperimentale, e una breve nota autobiografica.