Uno scimpanzé apre i regali che ha ricevuto da dipendenti e visitatori del Lion Country Safari di West Palm Beach, in Florida. (Tom Ervin/Getty Images)

Consigli per i regali, dal Post

Poi non dite che non vi abbiamo dato una mano: e alle brutte, date la colpa al Post

Uno scimpanzé apre i regali che ha ricevuto da dipendenti e visitatori del Lion Country Safari di West Palm Beach, in Florida. (Tom Ervin/Getty Images)

Se non siete previdenti pianificatori (come invece Francesco Costa), ai regali di Natale ci penserete tra il 23 pomeriggio e il 24 alle otto di sera, infilandovi sotto le saracinesche dei negozi in chiusura. A quel punto, comunque, sarete senza idee e con poco tempo (e molto stressati). Come avevamo già fatto in passato (e sono sempre buoni, eh), abbiamo quindi pensato di condividere il problema, appellandoci alla complicità che è dal primo giorno il valore fondante del Post: siamo tutti sulla stessa slitta. Questa era così così, ma abbiamo dato tutto sui regali qui sotto.

Abbiamo insomma messo insieme una lista di regali consigliati che hanno in qualche modo a che fare con il Post e questo suo 2015, con i suoi temi e le sue storie, con la sua redazione. Ci sono cose belle che ci piacciono e che ci sono piaciute, cose che desideriamo anche noi e cose su cui facciamo gli spiritosi. Alle brutte, potrete giustificarvi dicendo: “Me l’ha consigliato il Post!”, e tornare a lamentarvi nei commenti, il 26.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.