• postit
  • giovedì 10 Dicembre 2015

I carabinieri di Caserta hanno arrestato 28 persone in un’operazione contro il clan camorristico dei Casalesi

Un colpo duro agli affari della Camorra, riconducibili direttamente a Michele Zagaria, capo della potente fazione del clan dei Casalesi. E, insieme, uno spaccato del vasto mondo di intrecci tra economia dei colletti bianchi e politica che permette il riciclaggio dei soldi della criminalità organizzata. E’ quello che emerge dalla vasta operazione interforze di polizia e carabinieri nel Casertano: sono 28 le persone arrestate dagli agenti della Squadra mobile dal Ros dei carabinieri.

Le indagini, coordinate dalla Dda di Napoli, hanno svelato un complesso sistema criminale finalizzato al riciclaggio dei proventi illeciti da parte degli indagati, tra i quali spiccano amministratori locali ed esponenti dell’imprenditoria casertana. Tra le 28 misure di custodia cautelare c’è anche quella nei confronti del sindaco di Trentola Dugenta, Michele Griffo, attualmente ricercato dalle forze dell’ordine. Nei suoi confronti l’accusa è di concorso esterno al clan dei Casalesi.

Continua a leggere su Repubblica

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.