• Mondo
  • martedì 8 Dicembre 2015

Il primo giorno del Giubileo

L'arrivo dei fedeli a San Pietro, l'apertura della "Porta santa" e le foto delle altre celebrazioni di oggi

Questa mattina è iniziato ufficialmente il Giubileo straordinario indetto lo scorso marzo da Papa Francesco. La cerimonia inaugurale del Giubileo è iniziata oggi a Roma intorno alle 9,30 con una messa, ma già dal mattino molte persone erano in coda ai controlli di sicurezza della polizia per poter entrare in piazza San Pietro. Intorno alle 11 e un quarto Papa Francesco ha aperto la cosiddetta “Porta santa”, una delle porte della Basilica di San Pietro che rimane sempre chiusa, tranne che durante per il Giubileo. Alla cerimonia era presente anche Joseph Ratzinger, che è stato Papa fino al 2013.

Dopo l’apertura della “Porta santa”, il Papa ha recitato un “angelus” alla presenza di diversi politici e personalità italiane e internazionali. Per l’Italia c’erano sia il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Secondo l’Ansa in piazza San Pietro c’erano circa 50mila persone. Nel pomeriggio c’è stata una cerimonia per l’Immacolata concezione con un omaggio alla statua di Maria a Piazza di Spagna. Alle 18 è iniziata una preghiera collettiva in piazza San Pietro e alle 19 sulla facciata e sulla cupola della basilica saranno proiettate immagini e fotografie dedicate al tema del Giubileo, tra cui quelle di “Genesi” di Sebastião Salgado; l’installazione si chiama “Fiat Lux”, dal latino “Sia la luce”.

Cos’è il Giubileo

Il Giubileo è un periodo avvertito come “sacro” dai cristiani cattolici. Durante il Giubileo i fedeli ottengono la possibilità di essere perdonati per i peccati effettuati negli anni precedenti, ma solo nel caso compiano alcune pratiche o riti. Viene convocato dal Papa a cadenza regolare sin dal 1300: negli ultimi anni è stato convocato ogni 25 anni. L’ultimo Giubileo ordinario è stato convocato nel 2000, mentre l’ultimo giubileo straordinario è stato convocato per il 1983 da Giovanni Paolo II per celebrare il 1950esimo anniversario della resurrezione di Gesù Cristo. Il Papa ha detto che il Giubileo straordinario del 2015-2016 (si concluderà il 20 novembre 2016) sarà celebrato per ricordare la misericordia di Gesù Cristo.

Gli altri eventi importanti previsti per il Giubileo:

Il 13 dicembre sarà aperta la porta santa della basilica di San Giovanni in Laterano, a Roma.

Il 27 dicembre sarà il cosiddetto “Giubileo della famiglia”, con iniziative e raduni per famiglie cattoliche a Roma.

Il primo gennaio 2016 sarà aperta la porta santa della basilica di Santa Maria Maggiore, a Roma.

Il 4 maggio 2016 nella basilica di San Pietro il Papa presiederà una “celebrazione penitenziale” che durerà 24 ore.

Il 23, 24 e 25 aprile del 2016 ci sarà il “Giubileo dei ragazzi e delle ragazze”.

Il 5 maggio 2016 ci sarà una veglia di preghiera presieduta da Papa Francesco.

Il 10 giugno 2016 ci sarà il “Giubileo degli ammalati e delle persone disabili”.

Dal 26 al 31 luglio 2016 ci sarà il “Giubileo dei giovani” e la Giornata Mondiale della Gioventù a Cracovia. Durante l’ultimo Giubileo, nel 2000, la Giornata Mondiale della Gioventù fu sicuramente l’evento più iconico e importante: oltre due milioni di giovani cattolici si riunirono nella zona di Tor Vergata per una lunga veglia di preghiera.

Il 7 ottobre 2016 ci sarà il “Giubileo Mariano”.

Il 6 novembre 2016 ci sarà il “Giubileo dei carcerati”.

Il 13 novembre 2016 saranno chiuse le “porte sante” nelle basiliche romane e in quelle del resto del mondo.

Il 20 novembre 2016 sarà chiusa la “porta santa” della basilica di San Pietro, e così il Giubileo sarà effettivamente concluso.