La Genesi di Sebastião Salgado

8 incredibili fotografie dall'ultimo progetto del famoso fotografo brasiliano, in mostra a Milano

È stata inaugurata ieri alla Forma Galleria di Milano una mostra con 25 immagini che fanno parte di Genesi, un mastodontico progetto del famoso fotografo brasiliano Sebastião Salgado.

Salgado dal 2004 al 2012 ha viaggiato per il mondo alla ricerca di luoghi e popolazioni “originali”. Il tema è semplice e allo stesso tempo infinito: il nostro pianeta. Le fotografie di Salgado hanno uno stile particolare e una fortissima carica estetica che nel tempo sono diventati inconfondibili. Le immagini di questo progetto hanno a che fare col rapporto tra uomo e ambiente, con la bellezza della natura e di cosa ne rimane oggi nonostante distruzioni e modificazioni. Salgado ha cercato luoghi-incontaminati e tenta di raccontare anche le persone che li abitano.

Salgado spera che la potenza di questo lavoro possa essere in grado di sensibilizzare circa la necessità di salvaguardia e rispetto della natura. Il progetto è molto vasto ed è possibile vedere molte fotografie nel sito dell’agenzia che ha fondato con sua moglie Lélia Wanick Salgado, Amazonas Images. La galleria Forma permette di vedere le stampe originali del progetto e acquistarne un’edizione. La mostra integrale è composta da circa 200 immagini ed è attualmente esposta in contemporanea a Roma, Londra, Rio de Janeiro e Toronto.

In questa intervista, girata dal Museo di storia naturale di Londra, Sebastião Salgado racconta il progetto Genesi.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.