• Italia
  • lunedì 30 Novembre 2015

La bufala della bambina perquisita allo stadio Olimpico di Roma

La foto è circolata molto online domenica, prima che il padre della bambina spiegasse come erano andate le cose

Tra domenica e lunedì è circolata molto la fotografia di una bambina di pochi anni che viene perquisita da una steward prima dell’ingresso allo stadio Olimpico di Roma, dove si è giocata la partita di Serie A tra Roma e Atalanta. Dopo gli attentati di Parigi i controlli per l’ingresso allo stadio Olimpico sono diventati parecchio più rigidi e accurati, e diverse persone si sono lamentate online dell’eccesso di zelo che avrebbe portato a perquisire anche una bambina.

La notizia della perquisizione alla bambina, come riporta Nextquotidiano, è stata ripresa anche da Repubblica e dalla Gazzetta dello Sport, ma nel tardo pomeriggio di ieri è cominciato a circolare anche un messaggio di un uomo che diceva di essere il padre della bambina e che spiegava che era stata la bambina stessa a chiedere di essere perquisita perché “voleva imitare i grandi”. RepubblicaGazzetta dello Sport hanno successivamente rimosso gli articoli che parlavano della perquisizione alla bambina.

perquisizione