François Hollande: «È un atto di guerra commesso da un esercito di terroristi, l’ISIS»

Il presidente francese sugli attentati a Parigi in cui sono rimaste uccise almeno 127 persone

Francois Hollande in televisione. (DAMIEN MEYER/AFP/Getty Images)

Il presidente francese François Hollande ha tenuto una conferenza stampa questa mattina sugli attentati compiuti ieri sera a Parigi, in cui sono state uccise almeno 129 persone, con 352 feriti di cui 99 in gravi condizioni. Hollande ha attribuito gli attentati allo Stato Islamico (o ISIS), il gruppo che controlla da oltre un anno diverse zone dell’Iraq e della Siria. Ha detto:

«È un atto di guerra commesso da un esercito di terroristi, l’ISIS»

La Francia fa parte della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti che combatte contro l’ISIS: è stato il secondo paese europeo a bombardare l’ISIS in Siria, dopo il Regno Unito. L’ISIS ha rivendicato gli attentati poco dopo il discorso di Hollande, con un comunicato diffuso in arabo e in francese e con un audio messaggio in francese.