I giocatori di Kansas City dopo la vittoria contro Toronto (AP Photo/Jae C. Hong)
  • Sport
  • martedì 27 Ottobre 2015

Stanotte sono iniziate le World Series

Le finali del campionato di baseball più importante al mondo se le giocano Kansas City Royals e New York Mets: entrambe non vincono da oltre trent'anni

I giocatori di Kansas City dopo la vittoria contro Toronto (AP Photo/Jae C. Hong)

Dopo 162 partite di stagione regolare e due turni di playoff, Kansas City Royals e New York Mets hanno ottenuto l’accesso alle World Series, le finali della Major League, il campionato nordamericano di baseball. Le World Series, giocate al meglio delle sette gare, cominceranno il 27 ottobre: si giocherà ogni giorno a eccezione del 29 ottobre e del 2 novembre, per vincere il titolo una delle due squadre dovrà vincere quattro partite. Nelle World Series si sfidano le squadre vincitrici del pennant, cioè le vincitrici delle due leghe della MLB: la National League e l’American League. Alla squadra vincitrice sarà assegnato il Commissioner’s Trophy mentre ai giocatori verrà dato l’anello delle World Series – personalizzato con il logo della loro squadra – che riceveranno solo all’inizio della prossima stagione.

Nelle World Series di quest’anno si sfideranno due squadre molto diverse fra loro: Kansas City, la squadra che ha vinto l’American League, è alla seconda finale consecutiva ed è riconosciuta come una delle squadre più forti delle ultime stagioni; i New York Mets, che hanno vinto la National League, sono i cosiddetti underdogs: quelli che in finale non ci arrivano quasi mai e che quindi partono sfavoriti.

I Kansas City Royals hanno dovuto giocarsi sei gare nella semifinale contro i Toronto Blue Jays per ottenere la qualificazione alle World Series. Nell’ultima gara, i Royals sono prima andati in vantaggio per 3-1, poi si sono fatti recuperare da Toronto e solo nell’ultimo inning sono riusciti a vincere la partita e la serie grazie a una battuta particolarmente debole del battitore di Toronto.

L’allenatore Ned Yost – molto criticato durante la stagione regolare per le sue scelte non sempre condivise da tifosi e commentatori – è riuscito a portare Kansas City alle World Series nonostante una squadra senza campioni, schierando spesso giocatori fuori posizione e tenendo poco conto della sabermetrica, cioè le analisi delle statistiche dei giocatori e delle partite molto utilizzate nella MLB.

I New York Mets hanno eliminato senza problemi i Chicago Cubs in sole quattro partite e sempre con risultati netti. Nei quarti avevano eliminato i Los Angeles Dodgers, fino a quel punto considerati i favoriti per la vittoria delle World Series. Tra i Mets Daniel Murphy, con i suoi sei fuoricampo in sei partite di playoff, si è confermato come uno dei giocatori più importanti della squadra.

I Mets hanno raggiunto le World Series per la prima volta in quindici anni: nel 2000 persero contro i rivali storici dei New York Yankees, la squadra più ricca e famosa della Major League. Hanno vinto il Commissioner’s Trophy per due volte: nel 1969 e nel 1986. I Royals si sono qualificati ai playoff per la prima volta la scorsa stagione dopo trent’anni e hanno vinto le World Series solo una volta, nel 1985.

Le World Series inizieranno martedì 27 ottobre alle 20 (ora americana) e saranno trasmesse in Italia, per gli abbonati Sky, su Fox Sports a partire dall’una di notte. Qui trovate il calendario completo delle partite.