Lorenzo Insigne (AP Photo/Salvatore Laporta)
  • Sport
  • giovedì 22 ottobre 2015

Guida a Midtjylland–Napoli, stasera

Si gioca alle 21.05 ed è la terza partita di Europa League del Napoli, quella più tosta e interessante, contro una squadra molto particolare (esiste dal 1999)

Lorenzo Insigne (AP Photo/Salvatore Laporta)

Napoli e Midtjylland giocheranno stasera alle 21.05 la loro terza partita del girone di Europa League. Il Midtjylland è una delle più forti squadre danesi degli ultimi anni e attuale campione in carica della Superligaen, il massimo campionato della Danimarca. Il Napoli sta attraversando un ottimo periodo di forma: in campionato non perde dalla prima giornata e nelle ultime settimane ha battuto anche Juventus, Fiorentina e Milan. In seguito alla vittoria contro la Fiorentina (che è prima in classifica) all’ultima giornata di Serie A, in particolare, si è tornati a parlare della possibilità che il Napoli punti allo Scudetto. Anche per il Midtjylland è un buon momento: dopo 11 giornate di Superligaen è primo in classifica e ha perso una sola partita.

Napoli e Midtjylland sono anche le squadre messe meglio nel girone D di Europa League: entrambe hanno sei punti, mentre le altre due squadre presenti – Club Brugge e Legia Varsavia – ne hanno zero. Se una fra Napoli e Midtjylland riuscisse a vincere, stasera, sarebbe quasi certa di qualificarsi per i sedicesimi di finale. La fase a gironi dell’Europa League si concluderà giovedì 10 dicembre, e due giorni dopo si terrà il sorteggio per gli accoppiamenti dei sedicesimi di finale. La finale del torneo è prevista per il 18 maggio 2016 al St. Jakob-Park di Basilea, in Svizzera.

Come ci arriva il Napoli
Nel modo migliore possibile: domenica ha battuto la Fiorentina prima in classifica per 2-1, faticando nel primo tempo ma meritando di vincere nel secondo. In Italia è la squadra del momento: nelle ultime 5 partite di Serie A ha segnato 13 gol subendone solamente due, gioca un calcio spregiudicato ma efficace e ha diversi giocatori in grande forma – su tutti gli attaccanti titolari Lorenzo Insigne e Gonzalo Higuaín, che in campionato hanno segnato sei gol ciascuno. Molti giornalisti e commentatori sportivi hanno attribuito il merito del buon momento del Napoli al nuovo allenatore Maurizio Sarri, fino a un anno fa sconosciuto esperto allenatore di varie squadre di Lega Pro e Serie B e oggi considerato una specie di “guru” della tattica e della preparazione alle partite.

Dopo un inizio di stagione piuttosto faticoso, il Napoli gioca con un 4-3-3 molto “corto” e spregiudicato, in cui i centrocampisti e gli attaccanti fanno un pressing costante e coordinato e i difensori giocano praticamente a centrocampo, per cercare di impedire la costruzione di gioco avversaria. Una volta recuperata palla, l’impressione è che tutti sappiano cosa fare: Gonzalo Higuaín, l’attaccante centrale, chiama la palla per fare la sponda o puntare la porta, gli attaccanti esterni si alternano nei loro movimenti e i centrocampisti tentano di inserirsi in area. A fare quest’ultima cosa il più bravo è sicuramente il brasiliano Allan, che quest’anno ha già segnato 3 gol.

Stasera il Napoli dovrebbe comunque giocare con le riserve: a centrocampo dovrebbero tornare titolari fra gli altri Mirko Valdifiori, che l’anno scorso si è fatto notare a Empoli proprio con Sarri ma che quest’anno non sta giocando molto, e Manolo Gabbiadini, che da quanto è stato acquistato nel gennaio 2015 ha già segnato 12 gol e che nelle ultime settimane è finito un po’ ai margini della squadra.

Com’è questo Midtjylland?
È una squadra particolare: è stata fondata nel 1999 e ha sede nella città di Herning, nell’entroterra danese. Ma la cosa che la rende speciale è che da alcuni anni è gestita quasi solo sulla base di modelli statistici e matematici, utilizzati sia per studiare le proprie partite sia per cercare giocatori adatti da comprare. Dal 2014 la squadra è di proprietà dello statistico inglese Matthew Benham ed è gestita dal danese Rasmus Ankersen, che dopo essere stato un calciatore ha scritto un libro di successo sulla statistica sportiva intitolato The Gold Mine Effect: Crack the Secrets of High Performance

La cosa sembra funzionare: nella stagione 2014-2015 il Midtjylland ha vinto la sua prima Superligaen grazie a un gioco molto ordinato, ai suoi ottimi schemi su punizione e grazie ad alcuni giocatori considerati fino a poco tempo fa solamente mediocri. L’esempio più visibile è quello di Tim Sparv, centrocampista difensivo finlandese 28enne che è stato selezionato attraverso modelli statistici e acquistato nell’estate del 2014 dal Fürth, una squadra di serie B tedesca. Ankersen lo ha definito scherzando «la nostra stella senza statistiche»: Sparv non eccelle in nessuna statistica che di solito viene consultata per determinare la bravura di un centrocampista difensivo, come il numero di contrasti vinti o di palle recuperate. I modelli usati dalla dirigenza, però, indicano che Sparv ha un senso della posizione altissimo, e che proprio grazie ad esso non ha bisogno di fare contrasti o recuperare palloni perché secondo Ankersen «vede i problemi prima che arrivino», e dunque non è costretto a compiere scelte di gioco “estreme”. Il momento più alto nella carriera di Sparv è arrivato probabilmente questa estate, quando ha segnato il gol dell’1-0 contro il Southampton – un’ottima squadra di Premier League – nell’ultimo turno di qualificazione di Europa League prima dei gironi.

Il Midtjylland ha anche altri buoni giocatori, fra cui l’attaccante 30enne Morten Rasmussen, il centrocampista offensivo 20enne Pione Sisto, che ha già esordito con la nazionale danese, e l’esperto 33enne Jakob Poulsen, storico centrocampista della nazionale danese. Questa sera il Midtjylland Giocherà probabilmente con un 4-1-4-1 molto fluido.

Probabili formazioni
Per il Napoli dovrebbero giocare alcuni difensori di riserva come Strinic e Chiriches, mentre Higuain dovrebbe iniziare dalla panchina. Il Midtjylland potrebbe scegliere di far riposare l’attaccante Rasmussen, ma per il resto userà la sua formazione consueta.

MIDTYLLAND (4-1-4-1): Andersen; Romer, Sviatchenko, Hansen, Novak; Sparv; Sisto, Olsson, Poulsen, Royer; Rasmussen.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Chiriches, Strinic; Allan, Valdifiori, Lopez; Callejon, Gabbiadini, El Kaddouri. All. Sarri

Dove vederla
Midtjylland-Napoli sarà visibile in tv a pagamento sui canali Sky Sport 1 e Sky Calcio 1 della piattaforma Sky (canali 201 e 251). In streaming, sarà visibile a pagamento per gli abbonati a Sky che hanno attivato il servizio Premium Play.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.