Chris Young, lanciatore dei Kansas City Royals (Photo by Ed Zurga/Getty Images)
  • Sport
  • venerdì 9 Ottobre 2015

I playoff del baseball americano

È cominciata la fase finale: otto squadre cercano di arrivare alle finali, l'ultima notizia è che gli Yankees sono di nuovo fuori

Chris Young, lanciatore dei Kansas City Royals (Photo by Ed Zurga/Getty Images)

La stagione regolare della Major League Baseball, il campionato di baseball statunitense e il più importante al mondo, era iniziata lo scorso marzo e si è conclusa domenica 4 ottobre. Ieri (nella notte in Italia) si sono giocate le prime due partite dei playoff della postseason, la fase finale del campionato da cui usciranno le due squadre che giocheranno le World Series, ovvero lo scontro diretto al meglio delle sette gare – quelle che nei film americani sono sempre state tradotte come “le finali del baseball” – che stabilirà la squadra vincitrice del campionato.

Ai playoff si è arrivati dopo 162 partite di stagione regolare, al termine della quale le prime classificate delle sei divisioni che compongono le due leghe (American e National League) hanno ottenuto la qualificazione diretta ai playoff – che sono dei quarti di finale – mentre altre quattro squadre (quelle che hanno ottenuto più punti, dopo le prime) hanno dovuto giocarsi l’accesso tra loro.
Toronto Blue Jays, Kansas City Royals e Texas Rangers sono le prime classificate delle tre divisioni dell’American League. Le squadre qualificate ai playoff per la National League invece sono New York Mets, St. Louis Cardinals e Los Angeles Dodgers. Nei Wild Card Games, Houston Astros e Chicago Cubs hanno eliminato New York Yankees e Pittsburgh Pirates e hanno ottenuto l’accesso ai playoff, completando il gruppo di otto.

Il regolamento dei playoff prevede due eliminazioni dirette: le Division Series, i quarti di finale al meglio delle cinque partite, e le Championship Series, ovvero le semifinali giocate al meglio delle sette partite che stabiliranno i campioni delle due leghe – la squadra che vince una lega è ritenuta già vincitrice di quel campionato – che giocheranno tra loro le World Series. Qui c’è il calendario completo.

Houston Astros vs. Kansas City Royals (2-3)
Nel loro girone, durante la stagione regolare, gli Astros si sono fatti superare nelle ultime settimane dai Texas Rangers. Non sono tra i favoriti ma hanno dimostrato di essere comunque un’ottima squadra nel Wild Card Game, dove hanno eliminato i ben più ricchi e famosi New York Yankees, che non raggiungono i playoff da due stagioni. Kansas City invece è la sorpresa delle ultime due stagioni di MLB e per molti la squadra più forte dell’American League. L’anno scorso hanno perso le World Series contro San Francisco, che sono sorprendentemente fuori dai playoff di quest’anno.

Texas Rangers vs. Toronto Blue Jays (2-3)
Due squadre poco considerate ad inizio stagione, per diversi motivi. I Toronto Blue Jays mancavano dai playoff da ventuno anni e nella prima metà della stagione regolare non sembravano in condizione di cambiare andamento. Ai Rangers nessuno dava molto credito per via di una squadra sulla carta poco competitiva e con diversi giocatori che giocavano al di sotto delle proprie potenzialità da almeno due stagioni. Da inizio estate in poi però hanno cominciato a soprendere entrambe e hanno concluso i propri gironi al primo posto.

Chicago Cubs vs. St. Louis Cardinals (3-1)
Gli appassionati di baseball e di cinema non possono non associare la vittoria dei Chicago Cubs nel Wild Card Game alla saga di Ritorno al Futuro, secondo la quale nel 2015 i Chicago Cubs avrebbero vinto le World Series contro Miami: ipotesi sensazionale dato che Chicago non vince le World Series dal 1908 e non le gioca dal 1945. Ma al momento è ancora visto come un evento improbabile: gli avversari, i St. Louis Cardinals, vengono da una grande stagione regolare in cui hanno vinto 100 partite su 162 e sono ormai da anni una delle squadre più forti della MLB (hanno vinto nel 2006 e nel 2011).

Los Angeles Dodgers vs. New York Mets (2-3)
I Dodgers sono tra i più quotati per la vittoria delle World Series e hanno in squadra, tra gli altri, Zack Greinke e Clayton Kershaw, due fra i migliori lanciatori della MLB. I Mets hanno vinto agevolmente la non-eccezionale divisione est della National League ma in pochi credono ad un loro passaggio del turno. A New York sono sempre stati la squadra povera, e hanno vinto le World Series solo nel 1969 e nel 1986, perdendo invece nel 2000 proprio contro gli Yankees che quest’anno sono già usciti.