Phil Klay, vincitore nella categoria fiction del National Book Awards del 2014 con il libro Redemployment. (Photo by Robin Marchant/Getty Images)
  • Cultura
  • mercoledì 23 Settembre 2015

Cosa sono i romanzi candidati al National Book Award

Sono stati annunciati i dieci romanzi finalisti del National Book Award per la categoria fiction, il premio verrà assegnato il prossimo 18 novembre.

Phil Klay, vincitore nella categoria fiction del National Book Awards del 2014 con il libro Redemployment. (Photo by Robin Marchant/Getty Images)

Il National Book Award è uno dei premi letterari più famosi e importanti del mondo, nonostante sia riservato esclusivamente alla letteratura americana. Il Guardian ha definito il National Book Award come i Golden Globe della letteratura americana, il New Yorker lo paragona ai premi Oscar. Ha una grande influenza anche perché è il primo premio letterario della stagione che comincia, ed è il più ambito per il mondo letterario americano. Negli anni il National Book Award si è differenziato da premi altrettanto prestigiosi come il Pulitzer, costruendosi una precisa identità che comprende sia la scoperta di autori non ancora affermati, sia libri di successo, rimanendo al centro del dibattito culturale. Nonostante ciò, nel 2011 il premio fu criticato, tra gli altri, anche dal New York Times che lo definì autoreferenziale e poco attento al gusto del pubblico.

Il National Book Award è stato istituito nel 1950, e dal 1983 è diviso nelle quattro categorie che esistono oggi: fiction, non fiction, poesia e letteratura per ragazzi. La National Book Foundation è l’associazione non profit che dal 1988 lo gestisce e organizza. Per ogni categoria ci sono cinque giudici selezionati dall’associazione. Il vincitore del 2014 è stato il romanzo Redemployment di Phil Klay, tradotto in Italia da Einaudi con il titolo Fine missione.
Quest’anno i giudici della categoria fiction – cioè romanzi e racconti – sono: Daniel Alarcón (scrittore peruviano), Jeffery Renard Allen (poeta), Sarah Bagby (editrice e proprietaria della catena di bar librerie Watermark Books & Café), Laura Lippman (giallista) e David L. Ulin (critico del Los Angeles Times). Tra i dieci candidati di quest’anno – il premiato sarà annunciato il 18 di novembre -, ci sono due romanzi d’esordio e tre raccolte di racconti: di cosa parlano è scritto nelle didascalie qui sotto.